Stadio Nazionale di Bratislava, a breve il nome del costruttore

tifosi-calcio-stadio_(JimmyBaikovicius_5513391041@flickr_CC)

La costruzione dello Stadio nazionale di calcio di Bratislava potrebbe costare allo Stato una cifra intorno ai 42 milioni si euro, secondo quanto si legge in un articolo pubblicato dal quotidiano Sme venerdì. La cifra si evince dall’offerta per il progetto del valore di 42 milioni presentata dalla società austriaca Strabag per partecipare alla gara d’appalto. Strabag ha appena completato pochi mesi fa la ricostruzione dello stadio Spartak di Trnava per un importo di circa 30 milioni.

Oltre ai 42 milioni di cui sopra che coprono la sola costruzione, per il nuovo stadio di Bratislava si aggiungono spese per attrezzature come schermi, impianto audio, luci e gli elementi di sicurezza, che da soli potrebbero valere, scrive Sme, altri 20 milioni. Del resto, lo scorso autunno il ministero dell’Istruzione, Scienza, Ricerca e Sport aveva annunciato che la ricostruzione dello stadio Tehelné pole sarebbe costata circa 68 milioni di euro, stima confermata poi anche da KPMG. In primavera il governo ha assegnato l’intero progetto dello stadio alla ditta Národný futbalový štadión a.s., dell’imprenditore Ivan Kmotrik, che ora deve scegliere il vincitore della gara.

Nei documenti di gara era indicato per lo stadio un presso di stima di 45 milioni di euro, e Strabag avrebbe presentato una offerta più conveniente. Anche Vahostav, una delle due maggiori società di costruzioni slovacche, che è stata al centro di forti critiche politiche alcuni mesi fa per una ristrutturazione del debito che ha provocato forti perdite a decine di fornitori, aveva fatto una sua offerta, che è però superiore a Strabag, scrive Sme.

La costruzione dello stadio, che avrà una capacità di 23mila spettatori, inizierà forse tra il 2017 e il 2018. Se in un primo momento è stato Kmotrik ad offrire di costruire lui uno stadio, riservandosi di utilizzare la parte commerciale della costruzione e chiedendo un sussidio al governo. Successivamente, Kmotrik si è ritirato e il governo ha deciso che sarà lo Stato ad assumersi l’onere di costruire lo stadio.

La ricostruzione dello stadio è ormai in ballo da diversi anni, ed è reso necessario dalle norme UEFA che definiscono dal 2008 i nuovi standard per giocare le partite internazionali. Lo stadio Tehelné pole, eretto nel 1939 e ristrutturato negli anni ’90, che ospitava la squadra dello Slovan Bratislava, è stato demolito nel 2010. Il nuovo stadio sarebbe dovuto essere inaugurato nel dicembre 2017. Nel frattempo, lo Slovan sta giocando nello stadio Pasienky, a breve distanza dal primo, che può contenere 11.500 spettatori.

(Red)

__
Foto J. Baikovicius cc-by-sa

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google