Min. Interno: 73 mila crimini in Slovacchia nel 2015, oltre la metà risolti

crimin-poliz-nera-omicid_(yumi-kimura@wikimedia)

Nel corso del 2015 si sono registrati in Slovacchia 73.130 crimini. Nell’annunciarlo alla stampa, il ministro dell’Interno Robert Kalinak ha ricordato che 48 erano omicidi, il più brutale dei quali riguarda un corpo trovato in pezzi sotto al ponte Pristavny most a Bratislava a giugno, il cui colpevole è stato catturato.

Il tasso di reati risolti è stato globalmente del 57,08%, mentre i delitti dei quali si è trovato il colpevole sono 32, numero corrispondente al 66% del totale. Altri otto omicidi che sono stati risolti sono stati commessi in anni precedenti al 2015 e non sono inclusi in queste statistiche. Nella regione di Bratislava (10) il maggior numero di omicidi nel paese, mentre il numero minore riguarda la regione di Banska Bystrica (2).

Positivo il bilancio dell’anno, ha detto il ministro, considerando che i casi di omicidio nel 2015 sono stati 0,9 ogni 100.000 abitanti, meno dell’1,4 delitti dell’anno prima. Dati che fanno della Slovacchia uno dei paesi con la maggior sicurezza in Europa, ha vantato il ministro Kalinak. E ha fatto un paragone con l’era comunista, un periodo che la gente considera generalmente piuttosto sicuro: nel 1988, ultimo anno prima della Rivoluzione di velluto, gli omicidi in Slovacchia sono stati 76.

Quanto agli altri crimini, la polizia nel 2015 ha registrato 539 rapine, 29.074 casi di frode, 6.859 furti e 1.931 furti d’auto, cifra quest’ultima sotto a 2.000 per la prima volta nella storia del Paese (dal 1993). Nel 2006, ad esempio, furono rubate oltre 5.200 vetture, e più di 9.000 nel 1990.

(Red)

__
Foto Yumi Kimura cc-by-sa

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google