Dzurinda a Parigi incontra il suo omologo Bernard Kouchner

Il Ministro degli Esteri Mikulas Dzurinda ha incontrato ieri il suo omologo francese Bernard Kouchner e Jean-Levitt Davic, consigliere del Presidente fracese per colloqui sull‘attualità. Entrambe le parti riconoscono il buono stato delle reciproche relazioni, e hanno annunciato la possibilità di rafforzare la cooperazione nel settore dell’energia nucleare, investimenti e industria. Hanno anche parlato di sostenere la cooperazione commerciale tra i Paesi dell’UE, stringere la vigilanza e garantire il rispetto del Patto di stabilità, oltre a riconoscere la necessità di riforme nell’Unione Europea. Dzurinda ha fatto avere al Presidente Nicolas Sarkozy l’invito a visitare la Slovacchia. Inoltre si è discusso dell’integrazione europea dei Paesi dei Balcani occidentali.

Il francese ha anche affrontato la questione del rimpatrio dei Rom, ed entrambe le parti hanno rilevato la necessità di una soluzione paneuropea e un migliore utilizzo delle risorse esistenti all’interno dell’UE.

La Francia è ormai il secondo investitore estero al di fuori del settore bancario (con 5 miliardi di euro di investimenti diretti all’estero, 390 aziende e circa 35.000 dipendenti). I maggiori investimenti francesi sono Gaz de France in SPP, France Telecom in Orange e PSA-Peugeot Citroen

Gli scambi universitari franco-slovacchi, poi, sono in piena espansione con 600 studenti Erasmus slovacchi in Francia. Inoltre, le autorità slovacche hanno sostenuto un programma di formazione con corsi di lingua francese per 250 funzionari che si occupano di questioni europee, programma finanziato dell‘Agenzia intergovernativa per la francofonia.

(Fonte Ministero degli Esteri)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.