Il 2015 dell’Unione europea, dalla A alla Z

ue-europa_(windytan-by-sa) immi

Sono tanti i temi che sono stati affrontati nel corso dell’anno in chiusura e che in certi casi hanno travolto i 28 dell’Unione europea. Dall’accordo sul clima raggiunto pochi giorni fa a Parigi all’Expo 2015 cha ha visto l’Italia protagonista nel mondo; dalle richieste del Regno Unito per riformare il funzionamento dell’UE per evitare la Brexit alla enorme ondata migratoria che ha minato la fiducia tra paesi membri e messo in crisi la sua vocazione cristiana all’accoglienza; dal piano di investimenti lanciato da Juncker che stenta a decollare alla Germania grande azionista e forse troppo potente nell’attuale conformazione dell’Unione; dal ritorno al potere dei nazionalisti del PiS in Polonia alla crisi dell’Ucraina; dal QE (quantitative easing) messo in campo dalla BCE di Draghi, i cui risultati sono forse meno efficaci di quanto si pensava, alle sanzioni alla Russia e le continue tensioni con Mosca; dal terrorismo quale grande tema di oggi e del prossimo futuro allo scandalo Volkswagen che ha messo in dubbio la serietà tedesca. Questi alcuni dei temi che hanno interessato l’opinione pubblica del vecchio continente, e a volte fatto tremare qualche palazzo.

Leggi tutta la lista su EuNews.it

__

In questo video le immagini, con i sottotitoli in italiano, di alcuni dei temi trattati nel 2015 dal Parlamento Europeo:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

 

__
Foto Oona Räisänen cc-by-sa 2.0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.