Min. Esteri slovacco convoca ambasciatore ungherese dopo critiche da Budapest

budapest-ungher_(elaine-15388041162)

Il ministero slovacco degli Affari esteri ed Europei ha convocato lunedì l’ambasciatore ungherese Eva Czimbalmosne Molnar per farsi spiegare le dichiarazioni del presidente del Parlamento ungherese Laszlo Kover a un quotidiano ceco sul fatto che Slovacchia e Repubblica Ceca non avrebbero dovuto essere ammesse nell’UE.

Il ministero slovacco afferma che le relazioni tra i due paesi sono ora al massimo livello mai raggiunto, e c’è una intensa e fruttuosa cooperazione sia a livello bilaterale che all’interno del gruppo V4. Proprio per queste ragioni non si capisce perché Kover «senta il bisogno di turbare questo clima positivo con dichiarazioni irresponsabili e offensive contro la Slovacchia, e recentemente anche contro la Repubblica Ceca, offrendo strane lezioni sui valori europei», ha dichiarato il ministero in una nota. Anche il ministro degli Esteri ceco Zaoralek ha convocato l’ambasciatore ungherese a Praga per le stesse ragioni.

Kover ha fatto quelle dichiarazioni riferendosi ai sistemi giuridici dei due paesi che includono i cosiddetti decreti Benes, un provvedimento preso dalla Cecoslovacchia dopo la seconda guerra mondiale che hanno spogliato i cittadini di etnia tedesca ed ungherese delle loro proprietà e dei diritti civili. La misura era atta a punire, con un principio di ‘colpa collettiva’, le etnie che durante la guerra si erano macchiate di collaborazionismo con gli occupanti nazisti. Già in passato Laszlo Kover aveva fatto dichiarazioni che avevano minato le relazioni con i paesi vicini, in particolare riguardo al problema dei cittadini ungheresi nell’ex territorio della Grande Ungheria, entità disciolta con il Trattato del Trianon alla fine della prima guerra mondiale.

Il ministro degli Affari Esteri ed Europei Miroslav Lajcak ha etichettato ieri le dichiarazioni di Laszlo Kover come un episodio isolato e un’opinione privata, sottolineando la sua convinzione che «questo episodio non influenzerà le relazioni esistenti tra Slovacchia e Ungheria». Lajcak non comprende questi atteggiamenti, considerando che tra i due paesi esiste un accordo che prevede che i temi conflittuali debbano essere affrontati in via diretta e senza passare notizie ai media. Ci siamo già passati negli anni scorsi, ha detto Lajcak, e non è andato a beneficio delle nostre relazioni. «A quanto pare ci sono persone che non possono venire a patti con il fatto che abbiamo rapporti tipici di due paesi europei maturi».

(Red)

__
Foto: Budapest – Elaine cc-by-nc-nd

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google