Slovacchi arrestati mentre cercano di incassare 350 milioni da una banca svizzera

Svizzera_(kecko-8717363941@flickr)

Quattro persone – tre slovacchi e un ceco – si sono recate alcuni giorni fa in una banca di Zurigo, in Svizzera, dove pretendevano di far trasferire 350 milioni di euro da un conto corrente. Ma l’impiegato della banca ha trovato delle incongruenze tra i documenti presentati e l’intestazione del conto, e quando lo ha fatto notare i quattro di sono fatti più aggressivi, fino a che non sono intervenute le autorità che hanno arrestato il gruppetto.

Tra questi vi era l’eurodeputato ceco Miloslav Ransdorf, del Partito Comunista della Boemia e Moravia (KSČM), e gli slovacchi Peter Guzmický, ex sindaco di Ivanka pri Nitre, Attila D. e Juraj H., sui quali un procuratore svizzero ha mosso delle accuse precise di tentata frode e uso di documenti falsi. Il fatto è avvenuto il 3 dicembre, presso la Zuricher Kantonalbank. L’ex sindaco al momento è l’unico che è stato trattenuto in carcere dalle autorità cantonali di Zurigo, mentre gli altri tre sono stati rilasciati a piede libero.

Il parlamentare europeo Ransdorf ha affermato di essere stato solo un tramite per mettere in comunicazione la banca con il suo cliente, e ha citato una persona conosciuta come VH con la quale la banca non era in contatto da dieci anni. Non è chiaro tuttavia se VH è il cliente in questione.

Tra le ipotesi che circolano in questi giorni secondo Pravda vi è quella che i quattro uomini volevano incassare del denaro appartenente ad un cliente ebreo della banca che non è sopravvissuto all’Olocausto e i cui discendenti non erano in grado di ereditare a causa della mancanza di un certificato di morte. Un’altra teoria dice che i 350 milioni appartenevano a un leader nazista che guadagnò i soldi grazie a traffico d’armi e di brevetti, e che il suddetto VH sarebbe l’unica persona in linea per ereditare la somma.

L’attuale sindaco di Ivanka pri Nitre, Lubos Gal, ha detto al quotidiano di aver visto documenti comprovanti il ​​diritto di VH di ereditare circa due anni fa e che tali documenti gli sono stati mostrati da un uomo che aveva avuto un disaccordo con Guzmický.

Il ministro degli Interni slovacco Robert Kalinak ha detto che sui documenti presentati alla banca vi era una diversa data di nascita del titolare del conto, ragion per cui la banca ha rifiutato di completare la transazione.

(La Redazione)

Foto Kecko cc-by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google