Banska Bystrica, la regione perde fondi UE: Kotleba impiegava illegalmente

Banska-Bystrica_(damiavos_2519474682@flickr_CC-BY-NC)

L‘Ispettorato nazionale del lavoro, ha scritto il quotidiano Denník N la scorsa settimana, ha confermato che l’Amministrazione regionale di Bancka Bystrica, retta da Marian Kotleba, ha dato lavoro illegalmente a un certo numero di persone, e dunque non può beneficiare di soldi dai fondi europei.

Si realizza dunque quello che il governatore di estrema destra Kotleba, leader del partito LS NS, aveva anticipato nel suo programma: ovvero di non volere i soldi di Bruxelles. Ora solo un tribunale potrebbe ribaltare la decisione, se la regione presentasse appello.

L’Ispettorato, che ha fatto una ispezione in regione nel maggio scorso, ha anche emesso una multa da 2.000 a carico dell’amministrazione di Kotleba, sanzione confermata anche dopo l‘appello del governatore. La regione è oggi inserita nel registro nazionale che elenca i datori di lavoro illegali degli ultimi cinque anni.

Per ragioni di confidenzialità, tuttavia, l’ufficio dell’Ispettorato non ha divulgato alcuna informazione su chi, dove e quando è stato assunto in maniera „illegale“ dalla regione. Secondo le voci, parrebbe trattarsi di una sola persona, una guardia del servizio di sicurezza, che stazionava al consiglio regionale quando era presente il presidente Kotleba.

Intanto la regione ha presentato un ricorso, chiedendo che la decisione venga rivista. L’alternativa è prepararsi a rinunciare ai contributi dai fondi UE per i prossimi cinque anni. La maggior parte dei progetti che richiederebbero risorse dell’Unione europea riguardano le infrastrutture stradali e dei trasporti.

(Red)

__
Foto: Banska Bystrica damiavos cc-by-nc

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.