Resi disponibili oltre 20.000 documenti dei servizi segreti nel 2009

L’Istituto della Memoria Nazionale (UPN) l’anno scorso ha messo a disposizione 20.481 nuove pagine di documenti relative agli anni 1939-1989 dagli archivi delle forze di sicurezza dello Stato del tempo, si legge nella relazione annuale per il 2009 di UPN approvata dal Parlamento ieri.

I documenti, che coprono le due ere opposte dello Stato fascista durante la guerra prima, e del regime comunista poi, sono stati resi disponibili lo scorso anno a 242 persone che ne hanno fatto domanda. Il numero di domande è però sceso per il terzo anno di fila. Nel 2008 le domande era 40 in più.

L’Istituto, guidato da Ivan Petransky, ha ottenuto più di 1,6 milioni di euro lo scorso anno per le sue attività. Il suo reddito ha raggiunto 36.873 euro. Il numero di dipendenti è aumentato, arrivando ad un totale di 83 alla fine del 2009. L’Istituto, che attualmente ha la sua base in locali in affitto, sta cercando di risolvere il problema di una sede.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.