Polizia: 300 agenti saranno addestrati per operare in missioni all’estero

polizia_fico-kalinak(minv.sk)

Le forze di polizia slovacche rinforzeranno il dipartimento che può operare in missioni all’estero con ben 300 nuovi agenti. Le selezioni inizieranno tra breve scegliendo tra i poliziotti che maggiormente soddisfano le condizioni essenziali, come la conoscenza della lingua inglese o un’altra lingua straniera, la conoscenza dei codici internazionali in materia di Area Schengen. Lo ha detto di recente il capo del Corpo di Polizia slovacco Tibor Gaspar in una intervista. Non saranno nuove reclute, ma solo agenti con esperienza.

Dei 300 agenti previsti, un terzo saranno assegnati agli uffici di polizia per stranieri e polizia di frontiera, mentre gli altri 200 saranno ridistribuiti tra gli altri uffici, andando a rafforzare i dipartimenti di polizia distrettuale nelle aree confinanti con l’Ungheria, la Polonia e la Repubblica Ceca.

Tutti quanti gli agenti che comporranno questa speciale unità si renderanno disponibili ad essere inviati all’estero in caso di necessità, in base alle richieste degli Stati alleati. Già nell’ultimo mese diverse decine di agenti sono stati dislocati a pattugliare congiuntamente le frontiere dell’Ungheria con la Serbia, e della Slovenia con la Croazia. Gli agenti saranno impiegati sia nel pattugliamento della frontiera esterna di Schengen che in compiti amministrativi (ad esempio per la registrazione di migranti e rifugiati. I rinforzi in polizia sono stati decisi la scorsa settimana dal governo nell’ambito di una nuova legislazione anti-terrorismo.

(Red)

Foto minv.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.