Nel 2020 competenze digitali necessarie nell’85% dei lavori

intern-digital_(noeltock-cc-by-nc)

Nel 2020 le competenze digitali saranno necessarie nell’85% delle professioni. Secondo lo scenario delineato da Fabio Vaccarono, managing director di Google Italia e membro del management board di Google Emea durante l’incontro sull’Internet Industry organizzato a Roma dall’Avio Aero, fra 5 anni nel mondo saranno 5 miliardi le persone collegate a Internet, e lo faranno soprattutto con gli smartphone. Ci stiamo preparando a un vero a proprio salto digitale, spiega Vaccarono. Nel periodo di tempo considerato le persone connesse, a oggi tramite 2 o 3 dispositivi, sono destinate a passare dagli attuali 2,8 miliardi a 5, utilizzando 5 o 6 dispositivi, molti dei quali indossabili come Google glass e orologi.

Stime dell’Unione Europea indicano che da qui al 2020 nei Paesi UE ci saranno circa 850 mila posti di lavoro che non potranno essere coperti per mancanza di competenze digitali, riporta una notizia Ansa. Con Internet siamo nel pieno di una rivoluzione pervasiva, ma “finora abbiamo visto davvero pochissimo”, aggiunge Vaccarono. Se oggi gli smartphone vengono consultati circa 150 volte al giorno, in futuro si vivrà costantemente collegati alla rete. E una rivoluzione culturale “è la condizione indispensabile” per affrontare il lavoro del futuro.

(Dorina Macchi, via webitmag.it)

__
Per approfondire la situazione attuale vedi l’articolo di Wired.it Competenze digitali, prerequisito per il 40% dei posti di lavoro.

 

__
Foto noeltock cc-by-nc

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.