La missione a Shanghai potrebbe portare nuovi investimenti in Slovacchia

Nella missione in Asia a seguito del Presidente Gasparovic vi è anche un nutrito gruppo di funzionari commerciali e imprenditori. Con il Ministro dell’Economia Juraj Miskov è anche presente Andrea Gulova, nuova CEO pro-tempore dell‘Agenzia slovacca per gli investimenti e il commercio Sario,  che hanno preso parte, oltre che alle cerimonie di Shanghai, a diversi incontri di lavoro in Cina.

Il Ministro dell’Economia e Costruzioni, dopo aver incontrato il vicepresidente della Camera di Commercio di Shanghai Wang Liem, ha dichiarato: «Abbiamo già partecipato a numerose riunioni con diverse società cinesi che hanno mostrato il loro interesse ad investire in Slovacchia».  Secondo Miskov le parti sono interessate a investire nei settori auto e industria di trasformazione alimentare, oltre che nel turismo.

Gli scambi tra i due Paesi sta cominciando a salire rapidamente nel 2010 dopo un anno di pausa. La bilancia commerciale della Repubblica Slovacca con Shanghai, dopo il crollo registrato lo scorso anno, vede di nuovo una crescita significativa realizzata principalmente dai maggiori volumi di esportazione dalla Slovacchia. Rispetto allo stesso periodo del 2009, la bilancia commerciale è cresciuta da Gennaio a Maggio del 2010 del 120%.

I negoziati presso la Camera di Commercio di Shanghai sono stati seguiti da un Business Forum cino-slovacco, coordinato dal consigliere commerciale a Shanghai, che ha messo in contatto imprese slovacche con partner commerciali e industriali cinesi per cooperazione nei settori dell’energia, edilizia, industria alimentare, macchinari, e turismo.

Gli imprenditori partecipanti hanno concluso che hanno ora un bagaglio di nuove informazioni su come dinamizzare gli scambi tra i due Paesi per raggiungere una reciproca soddisfazione.

(Fonte Sario)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.