Fermato al confine con l’Austria furgone che trasportava materiali radioattivi

nucleare

I funzionari di frontiera hanno fermato giovedì al confine slovacco-austriaco di Jarovce-Kittsee un furgone con targa austriaca che registrava un tasso di radioattività che superava di ben 400 volte i livelli di sicurezza. Secondo l’autorità doganale slovacca, l’autista, un cittadino croato, stava portando questo carico pericoloso dall’Austria senza alcuna autorizzazione e aveva intenzione di trasferirlo su un veicolo con targa ceca.

Nel corso di un monitoraggio congiunto con la polizia, i doganieri stavano controllando le auto in ingresso in Slovacchia con uno speciale scanner allo scopo di svelare violazioni dei regolamenti doganali e fiscali sugli autocarri e i mezzi di trasporto passeggeri sulla cosiddetta rotta dei Balcani, come ha informato l’autorità delle dogane. Mentre il furgone passava, è scattato un allarme radiazioni. Subito il mezzo è stato fermato e gli agenti hanno effettuato misurazioni manuali tentando di identificare il contenuto del furgone. Gli strumenti avrebbero individuato un isotopo,che dava un livello di radiazioni vicino al veicolo pari a 26.54 mSv / h [microsievert per ora], quanto il limite di sicurezza è fissato a 00.06 mSv / h.

Il ​​veicolo è stato portato in un luogo sicuro dove è stata istituita una zona di sicurezza intorno ad esso. La questione è ora al vaglio degli inquirenti per le ulteriori indagini e procedimenti del caso.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.