MinFin conferma disavanzo al 7,8% del PIL nel 2010 per oltre 5 miliardi

La stima attuale del disavanzo pubblico di quest’anno è del 7,8% del PIL, il che significa che sarà di 1,403 miliardi superiore a quello inizialmente programmato del 5,5%,e raggiungerà i 5,109 miliardi di euro, è scritto in una relazione del Ministero delle Finanze sullo stato e lo sviluppo delle finanze pubbliche, approvata dal Governo ieri. «Il bilancio previsionale del 2010 non era stato preparato in maniera sufficientemente accurata», ha detto il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU-DS) criticando il suo predecessore Jan Pociatek (Smer-SD).

Il bilancio 2010, approvato l’anno scorso, prevedeva una autosufficienza finanziaria degli enti locali, anche se questo era chiaramente irrealistico in quel momento, accusa il Ministero. Il disavanzo è stato anche affetto dagli aumenti della spesa differita a partire dal 2009, da perdita di reddito quali quella derivante dalla vendita delle quote di emissioni CO2, da perdite delle partecipazioni statali (le società di trasporto ferroviario sono tra queste), e ricorrenti devastanti inondazioni nel 2010.

Inoltre la previdenza sociale, l‘assicuratore statale Socialna poistovna, si aspetta un peggioramento nei conti di 94 milioni di euro, i comuni e le autorità regionali si aspettano un ulteriore buco di 404 milioni, mentre il Fondo Nazionale di Proprietà (FNM) ha anticipa una perdita di altri 202 milioni.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*