Preso a Bratislava l’aggressore del tram. Sporcava le donne di feci

aggress-brat_(PZ SR)

È stato acciuffato dopo alcune settimane di caccia l’aggressore che a Bratislava attaccava donne alle fermate e sulle vetture dei tram cittadini cospargendo escrementi sui loro volti o urinando sui loro abiti e capelli. Le donne in questione venivano attaccate di sorpresa, da dietro, sempre nelle ore serali, a fermate deserte anche in zone centrali o su tram semivuoti.

Sebbene la polizia e i media ne siano venuti a conoscenza soltanto in ottobre, i casi si succedevano, sembra, dall’aprile scorso. Sei medi dopo Martin M., 24enne di Bratislava, sarebbe stato catturato a metà novembre a seguito della verifica di una telefonata che segnalava la presenza di un uomo sospetto con il volto sporco di feci a una fermata del tram nel quartiere periferico di Karlova Ves, a nord della capitale. Successivamente, tre ex vittime lo hanno inequivocabilmente riconosciuto come colui che ha spalmato escrementi sui loro volti.

Alla fine l’uomo, che al momento dell’arresto si è rivelato completamente sbronzo, ha confessato tutti i sei casi che sono noti essersi verificati a Bratislava. Gli inquirenti credono comunque che le aggressioni commesse dall’arrestato siano sicuramente di più, e le indagini sono ancora in corso. Il fermo è stato convalidato in base alle accuse per vandalismo e condotta disordinata che un procuratore ha elevato contro di lui.

tram-trasp-pubblico-Bratislava_(flickr-cc)

L’uomo, soprannominato dai media “il fantasma degli escrementi” era diventato il terrore delle donne sole costrette a viaggiare con i mezzi pubblici nella città, e nonostante le pattuglie di polizia si fossero recentemente infoltite per prenderlo, le aggressioni sono proseguite anche negli ultimi giorni. Un suo identikit era stato diffuso da tempo per cercare di trovarlo.

Come ha scritto il sito markiza.sk, il padre dell’aggressore (un militare di alto grado) ha inviato una lettera alle redazioni dei media dove scrive che sta vivendo il periodo peggiore della sua vita e la sua famiglia è stata travolta dagli eventi in modo del tutto inaspettato. Lui non aveva alcuna idea della insana deviazione mentale del figlio, nonostante vivesse con lui in un appartamento insieme anche a una figlia, la quale pure ha ricevuto la notizia come una sorpresa assoluta. È una cosa che non auguro a nessuno, ha scritto l’uomo, e di cui sono estremamente dispiaciuto. «Come padre voglio scusarmi per mio figlio», che tuttavia è adulto e «dovrà assumersi le conseguenze delle sue azioni».

(La Redazione)

__
Foto PZ SR, young shanahan cc-by

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google