TechMatch Slovakia 2015, si dimette il dg di SBA mentre sono in corso indagini

techmatch2015

Un mese dopo la Conferenza TechMatch Slovakia 2015, che è stata presumibilmente organizzata con costi gonfiati a spese delle finanze pubbliche, il direttore generale della Slovak Business Agency (SBA) Branislav Šafárik si è dimesso dal suo incarico. Il cda dell’organizzazione semi-statale, che ha organizzato la conferenza, ha preso atto delle dimissioni il 24 novembre e stabilito il nome di chi lo sostituisce. 26Il ministro dell’Economia Vazil Hudak, che aveva lanciato una indagine interna sull’organizzazione dell’evento internazionale, ha appreso della decisione come una «espressione di responsabilità gestionale».

La conferenza di cinque giorni TechMach Slovakia 2015, svoltasi tra il 12 e il 19 ottobre, che aveva lo scopo di favorire le startup con il tutoraggio di importanti nomi del mondo della tecnologia delle informazioni e aiutarle a trovare finanziatori per realizzare i propri progetti, è stata ampiamente criticata da media e partiti di opposizione per i costi molto elevati. Da parte sua SBA ha sempre sostenuto che tutto fosse trasparente.

I costi della conferenza erano previsti sfiorare il milione e 400 mila euro, cosa che i media hanno scoperto solo pochi giorni prima dell’inizio dell’evento, facendo scoppiare un polverone e portando le aziende IT della Slovacchia a dichiarare di voler boicottare l’appuntamento. Sarebbe stato preferibile, dicevano, dare quei soldi direttamente alle start-up. Sono intervenuti a Bratislava tra gli altri alcuni personaggi della Silicon Valley e investitori di fondi tecnologici statunitensi. Il costo per gli speaker della conferenza era previsto arrivare a 600 mila euro, e il ‘keynote speaker’ Guy Kawasaki (un ex collega di Steve Jobs) aveva pattuito da solo un compenso di 60mila euro (pare in tre giorni di presenza). Nn’altra cifra degna di nota erano le spese di pulizia, previste costare 104 mila euro.

Dopo che molti alti funzionari e ministri del governo slovacco avevano elogiato l’evento, il primo di questo genere in Slovacchia, l’Ufficio nazionale per gli appalti pubblici (UVO) è stato incaricato di esaminare la gara relativa all’organizzazione della conferenza.

Nel corso della conferenza 60 start-up hanno presentato i loro progetti davanti a rappresentanti di società di investimento dalla Silicon Valley e da diversi paesi. Vincitore globale della competizione TechMatch 2015 è una società irlandese – OptiWi-fi – ma tra i dodici progetti arrivati alla fase di selezione finale sono anche due società slovacche: Datamolino e Venzeo. Tra i risultati dell’evento si possono citare i 5 milioni di dollari (circa 4,4 milioni di euro) che lo US Market Access Center ha deciso di investire nelle start-up slovacche nei prossimi quattro anni.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google