Miklos: l’UE cercherà di farci cambiare idea sulla Grecia, ma noi non ci muoviamo

L’incontro del Ministro delle Finanze slovacco Ivan Miklos con il Commissario europeo per i problemi economici e monetari Olli Rehn di ieri a Bruxelles ha mostrato che l’Unione Europea non smette di credere di poter convincere la Slovacchia a ripensare alla decisione di non aiutare la Grecia. Il Parlamento slovacco in Agosto ha rifiutato di fornire 816 milioni di euro quale quota parte della Slovacchia (l’1%) del pacchetto di assistenza finanziaria per la Grecia di 80 miliardi di euro. Dure critiche sono arrivate da Bruxelles per il suo rifiuto, e ora l’UE blandisce e cerca di convincere il Governo slovacco a cambiare atteggiamento.

«Abbiamo avuto un dialogo costruttivo. Abbiamo discusso […] sulla solidarietà in Europa. Dobbiamo continuare a stabilizzare la zona euro, perchè non abbiamo ancora il peggio alle nostre spalle. Quindi gli Stati membri devono rispettare gli impegni assunti e dimostrare solidarietà con gli altri Paesi, anche quando si tratta dell’Euro», ha detto Rehn.

«Abbiamo concordato che abbiamo posizioni diverse sul prestito alla Grecia. Ho informato il Commissario Rehn che la posizione del Governo slovacco è immutabile e definitiva. Si può supporre, però, che l’Eurogruppo e la Commissione Europea vogliano sollevare la questione e non escludo pressioni sulla Slovacchia. Ma io dirò ai Ministri dell’Eurogruppo che la decisione presa dalla Slovacchia è definitiva», ha dichiarato Miklos.

Miklos a Bruxelles incontrerà anche il suo omologo tedesco Wolfgang Schauble, ma il prestito alla Grecia non sarà l’argomento principale. «La Grecia, suppongo, sarà uno degli argomenti, ma la Germania è il partner commerciali più importante della Slovacchia», ha aggiunto Miklos.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*