Il Paese più bello del mondo? Quando la tutela del paesaggio si scontra con la realtà

italia-toscana-valdorcia_(andreasoverland-by-nd)

La letteratura mondiale ci restituisce una visione dell’Italia che fortifica la convinzione che la nostra penisola sia il Paese più bello del mondo. E quante volte ce ne siamo vantati! Ma in cosa consiste la bellezza dell’Italia? Cosa ha fatto guadagnare alla nostra penisola l’appellativo di Belpaese?

La bellezza dell’Italia sta nel suo paesaggio, nella sua natura, nella sua biodiversità, nella sua varietà di colori, nelle storie che ha vissuto, nella sua architettura, nei suoi mille e più borghi, nei prodotti della sua terra, nella sapienza con cui i prodotti vengono elaborati e consegnati ai palati di tutto il mondo, nelle sue colline, nelle sue montagne, nei corsi d’acqua che attraversano le sue pianure, nelle sue spiagge, nelle sue rive, nei suoi 49 siti Unesco patrimonio dell’Umanità. La bellezza dell’Italia sta in tutte queste fortune: siamo stati baciati dalla storia, abbiamo dato i natali e stiamo stati attraversati da geni e artisti, siamo un lembo di pianeta Terra che concentra una biodiversità incredibile, una delle maggiori in Europa. Biodiversità che si accompagna ovviamente anche a una varietà di meraviglie del creato.

Questo stato di eccellenza sta sicuramente alla base di un fatto “storico-costituzionale”: l’Italia è stato il primo Paese al mondo a prevedere la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico nella propria Carta Costituzionale. Con l’art. 9, infatti, i cosiddetti padri costituenti hanno deciso di prevedere tra i compiti fondamentali della Repubblica la salvaguardia dell’ambiente e della bellezza, obbligando i governanti a trasmettere integro ciò che è stato ereditato dal passato alle prossime generazioni, attraverso una costante azione di tutela.

Ma tra il dire (della Costituzione) e il fare (dell’azione politica sostanziata nella gestione del territorio) c’è stato un profondo abisso. Dal dopoguerra a oggi lo stato di salute dell’ambiente (e degli abitanti) ha subìto un progressivo peggioramento.

Leggi tutto su Unimondo.org

Foto Andreas Overland cc-by-nd

1 comment to Il Paese più bello del mondo? Quando la tutela del paesaggio si scontra con la realtà

  • Salvatore Ilardo

    Ho sempre seguito con molto entusiasmo e partecipazione quei programmi volti alla salvaguardia del territorio. Oggi percorrendo una strada costiera (Pa-Me) ho potuto constatare quanto scempio vi fosse stato in pochi anni di una stupenda fascia costiera : una volta coltivata ad agrumi e bagnata da un mare azzurro. Oggi , gran parte di questa fascia costiera , tra Termini Imerese e Cefalù , è stata ricoperta dal cemento , e cosa ancora più grave da allucinanti pseudo villette , dai colori e forme architettoniche assurdi.Vi è da chiedersi dove sia la Sovrintendenza ai Beni culturali ed ambientali ?? Cosa direbbe Goethe oggi, se visitasse la Sicilia dopo quella sua bellissima poesia sulla terra dei limoni.

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google