RS – Rassegna stampa di mercoledì 18 novembre 2015

Prime pagine di oggi, mercoledì 18 novembre 2015

rassegna rsrs

Sono i tragici fatti di Parigi, e il terrorismo più in generale, a dominare le prime pagine dei quotidiani in edicola oggi, mercoledì 18 novembre, a cominciare dagli allarmi scattati ieri in Germania, dove ieri sera è stato annullato l’incontro Germania-Olanda allo stadio di Hannover.La Repubblica titola “Germania, l’incubo dell’IS” e riassume per punti i fatti salienti della serata di ieri tra reportage, approfondimenti e anticipazioni.

Il Manifesto parla di Servitù militari a commento di una foto di Vladimir Putin e Francois Hollande, spiegando nell’occhiello: “Mentre l’UE si limita a dare assistenza a Parigi dopo la chiamata alle armi di Hollande, è il nemico Putin che ordina all’esercito russo di mettersi a disposizione e schiera subito con la Francia la flotta e 25 jet”.

Il Messaggero e Il Mattino si concentrano sulla serata di tensione in Germania, titolando rispettivamente “Il terrore scuote la Germania” e “La grande paura”. Titolo simile anche per Il Secolo XIX, che apre con “Trema anche la Germania”.

Terrore e terrorismo anche in apertura de Il Gazzettino, che rende omaggio all’italiana rimasta uccisa al Bataclan, e La Gazzetta Del Mezzogiorno, che titola “L’Europa trema, Putin bombarda il Califfo”.

Libero, invece, continua per la terribile strada intrapresa all’indomani degli attentati di Parigi e titola: “Volevano colpire la Merkel. I bastardi ci riprovano” con tanto di editoriale firmato da Maurizio Belpietro sulla stessa linea. Spazio anche a Oriana Fallaci e alle frasi che stanno facendo, decontestualizzate, il giro delle bacheche di Facebook dei condivisori seriali che preferiscono cliccare senza approfondire.

Terrore e terrorismo invadono anche le prime pagine dei quotidiani sportivi in edicola oggi, pronti a dare conto della serata di tensione vissuta ieri dalla Germania. Leggi la rassegna sportiva su Calcioblog.

Rassegna quotidiana dai giornali italiani. Dai siti Blogo News

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.