Contro il megacasinò 125 mila firme. Trigranit: ma è solo 2% del progetto

Ieri è stata presentata in Parlamento, al Presidente Richard Sulik (SaS), una petizione contro la costruzione di una megacasinò a Bratislava, un progetto promosso dall’ex Ministro delle Finanze Jan Pociatek, con 125.640 di cittadini che hanno firmato per fermare il progetto.  Sulik si è impegnato a fare del suo meglio per discuetere la petizione in Parlamento, cosa possibile se una commissione speciale la giudica conforme alla legge.

Il  vicepresidente del partito di Coalizione KDH, Pavol Hrusovsky, che pure era presente, ha elogiato i membri del comitato per la raccolta di ben più delle 100.000 firme necessarie per un dibattito in Parlamento. La petizione era stata lanciata da organizzazioni religiose e associazioni della società civile il 22 Dicembre dello scorso anno nel quartiere di Bratislava Petrzalka per impedire che il gioco d’azzardo diventi uno stile di vita in Slovacchia.

A risposta, il developer Trigranit, che ha messo in piedi il mega progetto per il complesso polifunzionale Metropolis nel quartiere di Bratislava Jarovce, dice che il casinò sarà destinato a coprire soltanto il 2% dell’intero progetto, ma è ritenuto strategico per l’intera concezione del complesso, che con un investimento di 1.500 milioni di euro creerà nuovi posti di lavoro e aiuterà anche l’economia della Slovacchia. Trigranit ritiene il comitato di petizione sta fornendo informazioni fuorvianti in merito al progetto. «Gli organizzatori della petizione creano un’immagine distorta di un megacasinò, che è lontano dalla verità», dice una nota della società. Comunque, in seguito alle proteste il developer ha ridotto l’area del casinò dal 3 al 2% della superficie totale. Il complesso comprenderebbe, tra l’altro, alcuni hotel, zona golf, wellness, ristoranti, un centro congressi e un parco acquatico. Secondo Trigranit, 5.000 potrebbero essere i posti di lavoro permanenti, con 600 milioni di euro di entrate fiscali all’anno per il bilancio dello Stato.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.