Appello alla Corte Suprema: UPN vuole dimostrare che Babiš era un agente ŠtB

babis_wikipedia

L’Istituto per la Memoria Nazionale (UPN), organizzazione che conserva gli archivi dell’era comunista in Slovacchia, ha presentato ricorso alla Corte Suprema contro la decisione della Corte regionale di Bratislava che confermava che il milionario Andrej Babiš non era stato un agente della polizia segreta ŠtB. Il verdetto, emesso questa estate e divenuto definitivo, confermava quanto precedentemente stabilito da un tribunale di livello inferiore un anno prima.

Babiš, imprenditore slovacco proprietario del gruppo Agrofert e ora ministro delle Finanze a Praga come leader del forte partito ANO, aveva fatto causa all’Istituto che aveva diffuso la copia di una pagina del registro della famigerata ŠtB (Štátna bezpečnosť / Sicurezza di Stato) nel quale l’uomo risultava essere stato iscritto come informatore nel 1980, quando aveva 26 anni, e l’iscrizione era stata aggiornata due anni più tardi da un agente.

L’istituto ritiene di avere elementi di prova inconfutabili che Babiš era stato arruolato come agente, e contesta alla corte l’aver accettato testimonianze che in realtà avrebbe dovuto rigettare perché non ammissibili. Si parla qui delle deposizioni degli ex agenti ŠtB responsabili di tale iscrizione, che hanno ammesso di aver scritto il nome di Babiš senza che lui ne fosse a conoscenza.

(Red)

Foto: wikipedia

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google