Birmania, la sfida del dopo-elezioni di Aung San Suu Kyi

Birmania_AungSanSuuKyi_(viciedo-cc-by-nc)

Dopo la sorprendente vittoria alle elezioni parlamentari dell’8 novembre, Aung San Suu Kyi si trova a dover fare i conti con quattro principali sfide: due di politica interna, una economica e una di politica estera. Sebbene molti osservatori si aspettassero una vittoria della Lega nazionale per la democrazia (Nld), l’assenza di sondaggi affidabili non permetteva di comprenderne pienamente la portata. L’ultimo dato di riferimento era quello delle elezioni suppletive del 2012, nelle quali il partito aveva ottenuto più del 66% dei voti e 43 seggi su 45, grazie al meccanismo del maggioritario uninominale. La vittoria che si appresta a celebrare l’eroina birmana dovrebbe permettere al suo partito di superare gli ostacoli presenti in Costituzione e di formare un governo. Tuttavia, non si può pensare che i militari cederanno il potere così facilmente. Continua a leggere sul sito ISPI.

Myanmar ruling party concedes poll defeat as Suu Kyi heads for landslide
___
Foto viciedo cc-by-nc | sotto: il 9/11/15 dopo la vittoria del suo partito alle elezioni 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.