La Slovacchia istituisce unità di polizia di frontiera per proteggere Schengen

Polizia slovacca--

Il governo slovacco ha approvato la scorsa settimana l’istituzione di una unità di polizia di frontiera. Il nuovo reparto, che potrà contare su 300 agenti, in gran parte già membri specializzati della polizia di frontiera e di immigrazione, sarà pronto nello specifico per l’invio in zone a rischio con lo scopo di proteggere le frontiere esterne dell’area di Schengen.

L’unità sarà in grado di essere dislocata, con agenti e attrezzature, entro le 24 ore, secondo quanto detto dal primo ministro Robert Fico in conferenza stampa. La mossa, ha aggiunto il ministro degli Interni Robert Kalinak, è stata decisa anche per far fronte alle richieste di Frontex, l’agenzia specializzata dell’UE che ha il compito di sorvegliare le frontiere esterne dell’Area Schengen. Gli agenti che compongono il reparto saranno addestrati in Slovacchia, e nel frattempo saranno sostituiti nei loro vecchi incarichi da 300 nuove reclute.

Altri 20 agenti di polizia saranno assegnati alle autorità costituzionali e alle missioni diplomatiche, e 20 posti supplementari saranno aggiunti all’ufficio immigrazione slovacco, il cui rafforzamento avrà anche lo scopo di nominare i funzionari di collegamento per l’immigrazione da dislocare in Italia e Grecia, e fornire esperti sulla base di richieste dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo e di Frontex. Le nuove misure richiederanno un aumento del bilancio del Ministero degli Interni di quasi 8 milioni di euro, ha scritto Tasr.

Nella attuale crisi migratoria, la Slovacchia ha inviato di recente 50 poliziotti in Ungheria per il pattugliamento della frontiera con la Serbia, e 20 agenti in aiuto dei colleghi sloveni per il controllo dell’ordine pubblico interno e del confine con la Croazia.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google