Beni culturali: nuova legge facilita il ritorno di oggetti esportati illecitamente

Bernini_PaoloV_(foto_Sotheby's-Getty)

Gli artefatti artistici e culturali esportati illecitamente dalla Slovacchia potranno essere recuperati più facilmente ed efficacemente dopo l’approvazione di un emendamento alla relativa legge approvata dalla Commissione parlamentare Cultura e Media ieri che ne ha raccomandato l’approvazione in Parlamento.

Nella legislazione slovacca sarà recepita la regolamentazione europea che darà più potere allo Stato nel recupero di  oggetti una volta esportati. I regolamenti copriranno tutti gli elementi che appartengono al patrimonio culturale nazionale e hanno un valore artistico, storico o archeologico, indipendentemente dal fatto che facciano parte di collezioni pubbliche o private. L’emendamento sostituisce un’appendice che attualmente limita il valore o l‘età per specifiche categorie di beni culturali. In più, sarà prolungato fino a sei mesi il termine per l’esame di un oggetto che è stato esportato in un altro Stato membro dell’UE.

Recentemente la Slovacchia ha permesso l’esportazine di un busto di gran valore di Gian Battista Bernini, credendolo una replica. Ceduto da eredi del pittore Ernest Zmetak a un’asta per appena 24mila euro, il busto è stato poi venduto al Getty Museum per 30 milioni di euro.

(Red)

___
Foto: Bernini, busto di PaoloV (Sotheby’s-Getty)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google