Successo, ma anche molte ansie, per il Rainbow Pride

Si è svolto Sabato, non senza attimi di tensione, il primo “Rainbow Pride Bratislava 2010”, ovvero, la prima manifestazione di orgoglio gay in Slovacchia. L’appuntamento per i LGBT (lesbian, gay, bisexual, transgender) era alle 13,00 in una delle piazze centrali della Capitale,  Hviezdoslavovo Namestie. Si parlava di tensione, perchè era questa la sensazione che si avvertiva maggiormente nella piazza durante il corteo. Infatti, a far da contraltare ai circa mille partecipanti, un centinaio di Skinheads hanno manifestato a loro volta, non proprio pacificamente, la loro intolleranza verso questo mondo  che in Slovacchia ancora ha molta difficoltà ad emergere. Nutrita la presenza di forze dell’ordine: più di duecento poliziotti in assetto antisommossa hanno cercato di contenere le intemperanze dei neonazisti. Hanno cercato, perchè la calma non l’ha mai fatta da padrone. Gli intolleranti si sono infatti resi protagonisti di un fitto lancio di oggetti di vario tipo, quali pietre, uova e gas lacrimogeni, tant’è che uno degli organizzatori della manifestazione, Peter Weisenbacher si è definito contrariato dall’atteggiamento della polizia, che avrebbe dovuto proteggere più adeguatamente i partecipanti, dal momento che il corteo – che doveva muoversi da piazza Hviezdoslavovo fino ad arrivare a Petrzalka –  ha dovuto cambiare tragitto diverse volte per non incorrere nella furia della contro-manifestazione. Il bilancio di queste aggressioni parla di 29 arresti, di cui quasi la metà per aver impedito il passaggio dei manifestanti dalla parte vecchia della città a Petrzalka, facendo da scudo all’entrata del Novy Most. Atti deprecabili anche contro uno sfortunato turista italiano, sulla ventina, che si trovava per caso a passare in piazza Hviezdoslavovo. Scambiato per omosessuale a causa di un look „alternativo“ è stato dapprima oggetto di urla e lancio di uova, riuscendo infine a calmare i facinorosi rendendo chiari i suoi gusti sessuali sbracciandosi e urlando a più riprese „NO!“ (non sono gay,ndr). Ciò che è risaltato, durante questa intensa giornata „Bratislavese“ è proprio il „NO“ di questo ragazzo: la Slovacchia dice ancora NO alla diversità .

(Marco Monterosso, inviato speciale)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google