Expo 2015: ecco che fine faranno i padiglioni

expo2015milano

Era il 1° maggio quando fu inaugurato, a 184 giorni dall’inaugurazione cala il sipario su Expo 2015, con l’Angola si aggiudica il premio per il miglior padiglione. Da oggi l’atmosfera tra i padiglioni tornerà ad essere quella di un cantiere dove bisognerà coordinare lo smantellamento delle strutture.

Non tutte le strutture verranno smantellate, resteranno infatti intatte nell’area espositiva il Padiglione Zero, Palazzo Italia, l’Albero della Vita, Cascina Triulza e l’Open Air Theatre, mentre gli spazi dei singoli Paesi, delle aziende e delle Ong seguiranno diverse strade.

Molti di essi verranno venduti all’asta come quelli del Belgio e del Brasile, altri verranno demoliti come quelli di Corea, Spagna, Uruguay, Thailandia, Germania, Qatar, altri invece verranno smantellati e i loro materiali verranno venduti come nel caso dei padiglioni di Nepal, Argentina, Colombia, Ecuador e Giappone.

Leggi il resto su TermometroPolitico.it

Le grandi vele del Kuwait

Tetto della Germania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.