Fico: non calano gli arrivi dei migranti in UE, crescono i rischi per la sicurezza

immig_Kos-Grecia_02092015(RedCross_IFRC_21085771935)

L’arrivo di migliaia di migranti in Europa sta deteriorando la situazione della sicurezza, ha detto mercoledì il primo ministro slovacco Robert Fico dopo una seduta del governo. «Nonostante le aspettative di diminuzione graduale del numero di immigrati clandestini in ingresso nell’Unione europea, la realtà dimostra invece il contrario», ha sottolineato il premier. Circa 250-300.000 immigrati clandestini arrivano nell’Unione europea ogni mese, ha detto, e «il nervosismo nei paesi dell’Unione europea è in crescita». La Slovacchia sta, come gli altri membri UE, iniziando a prestare maggiore attenzione a misure supplementari volte a proteggere le frontiere, anche se di fatto la Slovacchia è praticamente immune dalle conseguenze negative della migrazione illegale, non essendo toccata dai percorsi utilizzati dai migranti per arrivare nel cuore dell’Europa. Fico non ha mancato di richiamare il pericoloso aumento di attacchi estremisti nelle località che ospitano migranti e rifugiati in attesa di asilo, in particolare in Germania, Svezia, Belgio e Paesi Bassi. Fico ha ribadito ancora una volta che il governo slovacco respinge per principio le quote obbligatorie di reinsediamento permanente per i migranti nei diversi stati dell’UE.

(Red)

___
Foto: Kos, Grecia  (RedCross/IFRC cc-by-nc-nd)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google