I paradisi fiscali seducono meno, aziende slovacche tornano a casa

tasse immobiliari (kenteegardin @ flickr)

Sono 4250 le aziende slovacche che nel primo semestre 2015 avevano sede in un ‘paradiso fiscale’ o in paese dove il fisco è meno rigido rispetto alla Madre Patria. Il maggior numero di imprese riconducibili a proprietari slovacchi risiedono nei Paesi Bassi (1137), negli Stati Uniti (1029) e a Cipro (740). Nei primi sei mesi di quest’anno, confermando un trend già consolidato, sono 112 quelle che hanno riportato di nuovo la loro sede in Slovacchia.  I ritorni sono in particolare dal Principato di Monaco (51 ditte) e dall’isola britannica di Jersey (33). In controtendenza sono Panama e Malta.

Secondo i dati della società di consulenza Bisnode, i ritorni sono dovuti a modifiche legislativa e di tassazione, a una regolamentazione più severa e a maggiori controlli. Ma ancora di più, le imprese che hanno fatto il viaggio al contrario temono delle potenziali violazioni del segreto bancario.

(Red)

__
Foto Ken Teegardin cc-by-sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.