Mezzo milione alle associazioni che aiutano i rifugiati. Esclusa l’ong che critica il governo

rifug_immi_(metropolico.com)

Il consiglio dei Ministri ha approvato la scorsa settimana una sovvenzione da mezzo milione di euro a favore delle organizzazioni non governative che operano con i rifugiati. Il governo ha però escluso da tali fondi la Lega per i diritti umani (Liga za ľudské práva / HRL), un’associazione che fornisce assistenza legale a stranieri e rifugiati in Slovacchia in attesa di asilo, che ha recentemente criticato le azioni della polizia nei campi profughi. Secondo il quotidiano Sme, il governo ritiene che le critiche della Lega non siano costruttive e che questa ong non dovrebbe essere presente nelle strutture di accoglienza per i rifugiati nel Paese. Il governo avrebbe anche intenzione di chiedere all’Ufficio regionale con sede a Budapest dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) di sostituire la Lega come partner per la fornitura di informazioni sulla situazione nei campi.

La HRL ha criticato in modo duro le azioni di polizia nel campo di Medvedov all’inizio di settembre, quando i profughi chiedevano di essere trasferiti all’estero e gli agenti li hanno sgombrati in malo modo, e ha criticato le regole severe nei centri e la mancanza di personale parlante inglese allo scopo di comunicare con i rifugiati.

L’ufficio UNHCR ha risposto di essere pronto a venire in Slovacchia per discutere l’intera questione con il governo e la Lega, che l’organizzazione dell’Onu considera «nostro partner».

(Red)

__
Foto Metropolico.com cc-by-sa 2.0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*