Anch’essi portavano il cappello alpino. Convegno e mostra sui Legionari cecoslovacchi in Italia

legione_conegliano

Il 21 aprile 1918 a Roma il presidente del consiglio, Vittorio Emanuele Orlando, il ministro della Guerra, Vittorio Italo Zupelli, ed il colonnello Milan Rastislav Štefánik, in rappresentanza del Consiglio nazionale cecoslovacco, firmarono la convenzione che dava vita in Italia alla Legione cecoslovacca, che ricevette solennemente la bandiera di guerra all’Altare della Patria il 24 maggio successivo. Si trattava di volontari, gran parte prigionieri di guerra del campo della Certosa di Padula, inviati per l’addestramento a Foligno ed in altri centri dell’Umbria.

Per disposizione dello Stato Maggiore, ai legionari vennero riconosciuti due simboli di valore dell’esercito: il cappello alpino ed il pugnale degli arditi. Su cappello, al posto dell’aquila, i legionari cucirono il falco, il sokol, lo stesso che dava il nome alla storica associazione sportiva, culturale e politica fondata a Praga da Myroslav Tirš e Jindřich Fügner. I legionari in Italia vestivano l’uniforme italiana e portavano mostrine biancorosse, i colori nazionali cecoslovacchi, senza stellette.

Furono inviati al fronte, dove combatterono in valore soprattutto a Fossalta di Piave ed al Doss Alto, consci che – qualora catturati – rischiavano il capestro (o la fucilazione dove la corda mancava). Ciò accadde in molti casi: a Conegliano, a Collalto, ad Oderzo, a Piavon, a San Stino di Livenza, a San Donà di Piave, ad Arco, a Riva del Garda. Banditi per l’Austria-Ungheria, eroi per il movimento di indipendenza nazionale dei cechi e degli slovacchi.

Alla fine del conflitto, al comando del generale Luigi Piccione, ritornarono nella patria finalmente libera ed indipendente – la Cecoslovacchia nata il 28 ottobre 1918 – per difenderne i confini, a sud dagli ungheresi, a nord dai polacchi.

Štefánik, ministro della Guerra della nuova repubblica, ritornando in patria a bordo di un aereo italiano, morì nel Caproni precipitato in fase di atterraggio nei pressi di Bratislava.

Lui vivo, i rapporti fra l’Italia e la Cecoslovacchia avrebbero forse preso una piega diversa da quella filo-francese impressa dai governanti di Praga.

Proprio a Conegliano (Treviso) l’ex Convento di S. Francesco il 23 ottobre ospiterà un colloquio internazionale sulla Legione cecoslovacca in Italia durante la Grande Guerra.

Fra i relatori, Jozef Španik, Laudislav Koudelka, Lamberto Ferranti, Cristiano Maria De Chigi, Lamberto Ferranti, Lisa Bregantin, Massino Tria, Mirella De Martini, Antonio Maria Pinto e Stefania Salvadori.

Il colloquio è organizzato dal CEDOS, il centro di documentazione storica sulla Grande Guerra di S.Polo di Piave, che assieme al Comune di Conegliano ha organizzato anche una mostra fotografica sui legionari cecoslovacchi (Anch’essi portavano il cappello alpino) ospitata nel Museo degli Alpini, che verrà aperta il 22 ottobre con una introduzione dello storico Paolo Pozzato, dopo che il sindaco di Conegliano, Floriano Zambon, avrà reso omaggio alla lapide dei Martiri Cecoslovacchi, che ricorda i soldati cechi e slovacchi impiccati o fucilati durante la Grande Guerra per il loro irredentismo e per la loro lotta per l’indipendenza nazionale.

La sera del 22 ottobre, alle 20.45 il CEDOS offre alla città di Conegliano un concerto dell’etnomusicologa Francesca Gallo, che proporrà canzoni e musiche del ’15-’18.

Vedi sotto gli inviti (cliccare per ingrandire):

PROGRAMMA:

22 OTTTOBRE 2015, Conegliano

  • Ore 17, Cerimonia civile e religiosa in via Martiri Cecoslovacchi.
  • Il sindaco di Conegliano depone una corona di alloro alla lapide che ricorda i legionari impiccati o fucilati nel 1918.
  • Ore 17.45, Museo degli Alpini, via Beccaruzzi.
  • Inaugurazione della Mostra fotografica del CEDOS Anch’essi portavano il cappello alpino. I legionari cecoslovacchi in Italia durante la Grande Guerra.
  • Introduzione di Paolo Pozzato, storico.
  • Presentazione del Quaderno CEDOS n.4, edito da Kellermann. Rinfresco.
  • Ore 20.45, Chiostro dell’ex Convento di San Francesco, concerto di Francesca Gallo “La guerra di un secolo fa”.

23 OTTOBRE 2015, Conegliano, Aula Magna dell’ex Convento di San Francesco, via De Amicis.

  • Ore 8.45 Colloquio Internazionale sulla Legione cecoslovacca in Italia.
    Saluto del sindaco di Conegliano, Floriano Zambon.
    Saluto del sindaco di S. Polo di Piave, Diego Cenedese.
    Saluto del presidente del CEDOS, Sergio Tazzer.
  • Ore 9.00, introduzione a cura di Ulderico Bernardi, socio-antropologo, presidente del Premio Letterario “Giuseppe Mazzotti”.
  • Ore 9.15, avvio della prima sessione presieduta da Paolo Pozzato, storico.
  • L’Italia, la Legione cecoslovacca ed il nuovo Stato, Lamberto Ferranti, saggista, Perugia.
  • Masaryk le la forza armata a sostegno dell’idea nazionale, Jozef Špánik, diplomatico, saggista, Praga-Roma.
  • Štefánik e l’Italia, Ladislav Koudelka, saggista, socio onorario della Società M.R. Štefánik, Prievidza.
  • L’esercito italiano ed i legionari cecoslovacchi, Cristiano Maria Dechigi, colonnello, capo Ufficio storico della Stato Maggiore dell’Esercito, Roma.
  • Berlino davanti ai nazionalismi in Austria-Ungheria, Stefania Salvadori, ricercatrice, Wolfenbüttel.
  • Ore 11.15, avvio della seconda sessione presieduta da Simone Menegaldo, storico, vice-presidente del CEDOS.
  • Jaroslav Hášek, da anarchico a legionario a commissario sovietico, Massimo Tria, slavista, Pisa.
  • La legge marziale austro-ungarica e le esecuzioni dei legionari, Lisa Bregantin, storica, Padova.
  • La Legione sul fronte vicentino, Mirella Martini Tihany, saggista, Vicenza.
  • Il campo di concentramento della Certosa di Padula, incubatoio del pensiero nazionale cecoslovacco in Italia, Francesco Maria Pinto, saggista, Padula.
  • Ore 12.45, conclusioni del Colloquio Internazionale a cura del presidente del CEDOS.
  • Ore 13, buffet per i relatori, gli ospiti ed i promotori del Colloquio Internazionale.

 

Maggiori info sul sito www.cedosgrandeguerra.it.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google