Un sabbatico per i poveri e la terra

giubileo-misericordia-2015-16

Di Padre Alex Zanotelli –| Questo “straordinario Giubileo della misericordia”(8 dicembre 2015-20 novembre 2016)  è un pressante invito ad “andare incontro ad ogni persona portando la bontà e la tenerezza di Dio“, così afferma lo stesso Francesco nella Bolla Misericordiae Vultus.”Quante ferite sono impresse nella carne di tanti che non hanno più voce perché il loro grido si è affievolito e spento a causa dell’indifferenza dei popoli ricchi. Che il loro grido diventi il nostro e insieme possiamo spezzare la barriera di indifferenza che spesso regna sovrana per nascondere l’ipocrisia e l’egoismo”.

Papa Francesco chiede di rimettere al centro della storia la misericordia senza la quale il mondo non può vivere. (non dimentichiamo che il concetto del Dio misericordioso unisce ebrei, cristiani e musulmani). Se riscopriamo la misericordia di Dio forse potremmo dar vita anche alla nostra capacità a ‘misericordiare’, come ama dire Papa Francesco. E questo non solo in chiave personale e nelle relazioni interpersonali, ma a tutti i livelli: sociale, economico, finanziario, politico. Infatti un Dio, che ha viscere materne di misericordia, non può accettare sistemi che fanno soffrire i suoi figli e figlie, nonché il Pianeta Terra. E lo fa mettendoci in mano la sua straordinaria enciclica, Laudato Si’.

È in questo spirito che deve essere letta la proposta giubilare, un’istituzione che viene dalle Scritture ebraiche e cristiane e che ha ,nel suo DNA, questa dimensione sociale. […]

Prosegui la lettura su Unimondo.org

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.