Rapporto salute pubblica 2015: più pertosse e sifilide in Slovacchia

medici sanità ambulatori (alpharios101_2749753040@flickr)

Un rapporto sullo stato di salute della popolazione slovacca che è stato oggetto di discussione del Consiglio dei ministri di mercoledì mostra che i casi di pertosse e di sifilide in Slovacchia sono in aumento, e così le conseguenze dell’abuso di alcol. I sanitari in Slovacchia riferiscono di oltre 1.100 casi di pertosse nel 2014, bel il 23% in più rispetto al 2013, con le regioni di Trencin e Nitra tra le più colpite. Questa malattia è tornata di attualità dal 2008, anno in cui è avvenuto un sensibile aumento di casi anche tra pazienti vaccinati e con incidenza maggiore tra adulti e adolescenti piuttosto che bambini. Un fattore dovuto, secondo il rapporto, alla mancanza di una rivaccinazione contro il morbo, fatta solo in tenera età e gradualmente venuta a mancare di effetto. Per questa ragione nel 2010 è stata introdotta la rivaccinazione obbligatoria all’età di 13 anni.

Mentre la sifilide, aumentata anch’essa del 23% nell’ultimo anno, ha affetto circa 370 persone, tra le quali anche un bambino e sei minori sotto i 15 anni nel 2014. La sifilide è in costante crescita negli ultimi dieci anni, e i casi si sono registrati in tutto il Paese con una particolare concentrazione nelle regioni di Bratislava e Kosice.

Infine, il consumo di alcol ha portato negli ultimi tre anni ad un aumento del numero di decessi di oltre il 60%, gran parte dei quali causati da cirrosi epatica, e una significativa percentuale a incidenti. Se nel 2011 erano 15 i morti ogni 100.000 abitanti, nel 2014 la quota è salita a 24 deceduti.

(Red)

_
Foto alpharios101 CC-BY

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.