Contrabbando di gasolio: dall’Est Europa in Italia, frode da decine di milioni

traspor_(faungg's photos_cc-by-nd)

Il settimanale Sette del Corriere della Sera ha fatto il punto sulle frodi doganali legate all’importazione in Italia di centinaia di cisterne di gasolio, ufficialmente destinate in un Paese terzo e ufficialmente contenenti olio combustibile. Un business in forte crescita che è triplicato solo nell’ultimo anno e che le forze dell’ordine non sono in grado di contrastare per la mancanza di uomini e mezzi. I camionisti fermati, e i camion sequestrati, sono di società slovene, ceche, polacche, ungheresi, slovacche. Il carburante, che entra in Italia illegalmente, non è gravato dalle accise – che ne raddoppiano il prezzo – ed è smerciato ad aziende compiacenti a prezzi da saldo. Solo nei mesi da gennaio a maggio 2015 l’evasione contestata è di 22 milioni di euro. Ma si tratterebbe solo di una piccola parte del vero traffico.

Leggi l’articolo sul Corriere della Sera.

 

__
Foto faungg’s photos cc-by-nd 2.0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.