Governo: delegazione slovacca in visita a Cuba, Fico vede Castro

fico-castro_cuba_(vlada.gov.sk)

Una delegazione slovacca guidata dal premier Robert Fico è partita mercoledì per una visita ufficiale a Cuba, allo scopo di «rinnovare il dialogo politico al più alto livello per la prima volta in molti anni», ha detto il ministro degli Esteri Miroslav Lajcak, che ha espresso soddisfazioni per il recente cambiamento del clima grazie alla normalizzazione delle relazioni tra Cuba, l’Unione europea e gli Stati Uniti. «Cuba è un soggetto importante nella regione, e ha un ruolo chiave nel processo di pace in Colombia», ha ricordato il ministro. Assieme a Lajcak accompagna il primo ministro anche Peter Kazimir, capo del dicastero slovacco delle Finanze.

Ieri a L’Avana il primo ministro Fico ha firmato un accordo con il vice presidente Ricardo Cabrisas in base al quale Cuba si impegna a saldare il proprio debito verso la Slovacchia, cosa che al momento in Europa Centrale solo il governo slovacco avrebbe ottenuto. Ma nell’incontro si sono siglati accordi tra l’azienda energetica cubana Energioimport e le società slovacche SES Tlmace ed Eximbanka sulla realizzazione di progetti energetici per un valore complessivo fino a 100 milioni di euro. Inoltre, si è parlato del settore delle energie rinnovabili, e del possibile coinvolgimento di aziende slovacche in progetti nel paese caraibico. Per stringere i rapporti economici, la Slovacchia parteciperà con le sue aziende all’Avana alla fiera internazionale FIHAV che si terrà all’inizio di novembre, e sarà rappresentata dal ministro dell’Economia Vazil Hudak.

Cabrisas ha informato gli slovacchi sui cambiamenti in corso a Cuba che stanno portando a una maggiore apertura al mondo e alla graduale creazione di un settore imprenditoriale privato, e ha mostrato alla delegazione di Bratislava la zona economica speciale Mariel, che offre condizioni favorevoli per gli investitori stranieri.

Robert Fico ieri ha anche incontrato l’arcivescovo dell’Avana, cardinale Jaime Ortega, lodandone il contributo – insieme alla Chiesa cattolica – per l’evoluzione positiva della situazione nel Paese. Ortega, che è il secondo cubano mai arrivato alla nomina di cardinale, ha convenuto con Fico della necessità che l’adeguamento del sistema comunista verso una economia più aperta avvenga con gradualità e senza scossoni.

Le relazioni di Cuba con l’UE stanno gradualmente riprendendo dall’aprile dello scorso anno, e un accordo di dialogo politico e cooperazione potrebbe essere firmato tra Bruxelles e L’Avana entro la fine del 2015. La UE aveva congelato le relazioni nel 2003 dopo le azioni dal regime cubano contro giornalisti e attivisti.

Fico ha infine incontrato il presidente Raul Castro, che si è detto interessato all’esperienza slovacca nella transizione dal comunismo all’economia di mercato. Castro ha confermato al premier slovacco la visita ufficiale a Bratislava del suo vice Ricardo Cabrisas.

(Red, Fonte vlada.gov.sk, Tasr)

Foto vlada.gov.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google