Parlamento: le chiese continueranno ad essere finanziate dal bilancio statale

chiesa-relig-cattol_(42dreams-100212042)

Le organizzazioni ecclesiastiche in Slovacchia continueranno ad essere finanziate dal bilancio dello Stato. Una proposta in senso contrario presentata dai deputati liberali indipendenti Daniel Krajcer, Martin Chren, Juraj Miskov e Jozef Kollar è stata respinta martedì in Parlamento durante la discussione sulla legge di bilancio. I quattro deputati, già SaS e oggi membri del nuovo partito non parlamentare Skok, hanno proposto l’assegnazione alle chiese di una percentuale delle imposte volontaria da parte dei singoli cittadini, in modo da creare un rapporto diretto tra i fedeli, il clero e le organizzazioni caritative.

L’idea suggerita era di seguire lo schema di finanziamento del 2% delle imposte pagate da società e privati a beneficio di associazioni e fondazioni, da applicare anche per le organizzazioni religiose registrate in Slovacchia. In questo modo solo i cittadini che lo vorranno avrebbero potuto assegnare una parte delle loro tasse alle chiese, mentre gli altri potrebbero scegliere a chi destinare tale percentuale. La proposta prevedeva anche l’istituzione di un nuovo Fondo per il Restauro dei Beni Culturali, che avrebbe suddiviso i suoi fondi a metà tra monumenti secolari e monumenti religiosi.

Da tempo è stata aperta a livello politico una discussione su come cambiare l’attuale sistema di finanziamento del clero e delle istituzioni religiose slovacche, che assorbe circa 38 milioni di fondi pubblici dal bilancio del Ministero della Cultura. La Chiesa cattolica slovacca è l’entità che riceve la maggior quota di denaro, oltre 22 milioni nel 2014. Ma per cambiare le cose lo Stato deve per forza trovare il consenso dei vescovi, e soprattutto deve accordarsi con il Vaticano, con il quale è in vigore un concordato – il cosiddetto Trattato fondamentale tra lo Stato slovacco e il Vaticano – siglato dal governo Dzurinda nel 2000.

Secondo i dati dell’ultimo Censimento (2011), il 62% degli slovacchi si dichiara cattolico, ma i risultati di un sondaggio di qualche tempo fa dicevano che solo il 50% degli slovacchi vorrebbe mantenere la Chiesa con fondi pubblici dello Stato.

(Red)

__
Foto Melissa Wiese CC-BY

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google