PSE: domani si parla della sospensione di Fico e dello Smer dai socialisti europei

Fico_(vlada.sk+elab.BS)

Imbarazzo nelle file dei socialisti europei per le frasi tinte di islamofobia del premier slovacco Robert Fico. Il Partito Socialista Europeo (PSE) prenderà in considerazione la sospensione del partito slovacco Smer-SD domani 9 ottobre in un incontro della leadership del PSE, dove saranno presenti, per decidere se sospendere o meno Fico e lo Smer, i rappresentanti di tutti i partiti nazionali affiliati.

A far scattare l’allarme tra i socialisti è il rifiuto della Slovacchia di accettare i rifugiati, e la decisione di Fico di fare ricorso alla Corte di giustizia contro il Consiglio europeo, reo di aver deciso a maggioranza qualificata (al Consiglio dei ministri degli Interni dell’UE) il piano di ridistribuzione di 120.000 richiedenti asilo attualmente bloccati in Italia, Grecia e Ungheria. Fico ritiene infatti che una decisione di tale delicatezza sarebbe dovuta essere oggetto di un voto all’unanimità dei capi di stato e di governo (dove non esiste la possibilità di vincere a maggioranza), e noi dei ministri degli Interno. Con questa testarda protesta, Fico si è messo in una posizione di isolamento in Europa, e molti si chiedono quanto di socialista abbia alla fine il suo partito e la politica del suo governo.

Robert Fico ha difeso la sua posizione nei giorni scorsi davanti agli europarlamentari di S&D, lo schieramento del PSE all’Europarlamento, dove il capogruppo Gianni Pittella lo aveva accusato di aver detto che la Slovacchia è per gli slovacchi, non per le minoranze. Una frase che il premier slovacco ha negato di aver mai detto. Se lo avessi fatto, ha detto, la minoranza ungherese – che vale il 10% dell’elettorato – «mi avrebbe fatto a pezzi».

Ma non c’è solo la questione immigrati, per la quale Smer ha detto di voler accogliere appena 100 siriani di religione cristiana. Al PES sono anche preoccupati per la relazione con Vladimir Putin di Fico, che ha criticato le sanzioni dell’UE alla Russia, la posizione assunta sulla crisi Ucraina, ma ora anche sulla guerra in Siria.

Secondo indiscrezioni, piuttosto che una sospensione Fico sarà oggetto di una messa “sotto osservazione”. Ma rischia se decide di andare avanti con la sua sfida legale contro l’Unione europea, per la quale ha tempo otto settimane, fino a metà novembre.

(Red, Fonte Euractiv.com)

__
Foto: vlada.sk, elab. BS

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google