Sario Daily Media Monitoring

Riportiamo anche oggi alcune delle più importanti notizie tratte dalla newsletter della Sario, Agenzia del Ministero dell’Economia per attrarre gli investimenti diretti in Slovacchia e per la promozione del commercio estero, firmata dalla nostra collega Ildiko Dungelova. Il nostro Editore, Slovakia Group s.r.o., è business partner di Sario per il mercato italiano, ed è disponibile a fornire aiuto ed informazioni per tutto quello che riguarda gli investimenti in Slovacchia da parte degli imprenditori italiani.

– La fiducia delle imprese e degli abitanti per l’economia slovacca è cresciuta per il 15simo mese consecutivo nell‘Agosto di quest’anno. L’indicatore di fiducia (ESI) è aumentato a 93,6 punti percentuali, che è il livello più alto dal Settembre 2008, ha informato l’Ufficio di Statistica.

– La miglior città per fare impresa in Europa centrale e orientale sarebbe Vienna, secondo un sondaggio condotto da Roland Berger Strategy Consultants. La seconda città più attraente per fare affari sarebbe Praga, seguita da Budapest. Varsavia e Bratislava al sesto e settimo posto. Roland Berger ha classificato le capitali sulla base della valutazione delle infrastrutture, il livello di istruzione, innovazione, esperienza internazionale, e la qualità della vita e della cultura.

– Le grandi aziende IT hanno in programma di assumere in Slovacchia circa 500 persone quest’anno. La società americana Hewlett-Packard è alla ricerca di professionisti IT con esperienza per i suoi centri di assistenza. Il produttore di sistemi anti-virus Eset sta assumendo persone per la sua sede a Bratislava. Dovrebbe aumentare i dipendenti di un quinto. Anche la filiale Dell slovacca assumerà dipendenti. Infine, il produttore di computer cinese Lenovo sta aprendo un nuovo centro HR in questo mese di Settembre. Numero dei nuovi assunti: HP 270, Dell 100, Eset 100, Lenovo 30.

– Il distributore di energia della Slovacchia occidentale ZSE pagherà dividendi per 106,4 milioni. L’azienda ha registrato un utile netto nel 2009 di 143,6 milioni di euro, con una crescita del 18,5% sull’anno precedente. Le vendite del gruppo ammontano a 1,112 miliardi di euro (+4%). ZSE è gestita dal gruppo tedesco E.ON Energie che ne possiede il 40%. Il controllo della società è in mano allo Stato slovacco con il 51% gestito dal Fondo di Proprietà Nazionale (NMF), mentre il 9% è della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS).

– Il conosciuto produttore slovacco Eset di antivirus per il settore informatico ha ottenuto un premio per il suo progetto di sicurezza eCity per la città californiana di San Diego da Janet Napolitano, segretario per la sicurezza interna degli Usa. Il progetto denominato “Sicurezza per la nostra eCity” è stato premiato come miglior iniziativa nell’ambito del concorso nazionale negli Usa incentrato sulla sicurezza informatica. Eset ha vinto il premio tra più di 80 progetti presentati nel primo anno del concorso nazionale americano.

– La società ceca Skoda Elektric ha vinto una gara d’appalto per la fornitura di nuovi filobus per l’azienda municipale dei trasporti DPMBB di Banska Bystrica. Il costruttore fornirà 19 veicoli per 7,98 milioni di euro entro il prossimo Giugno 2011. DPBB otterrà la maggior quota dei fondi necessari per la nuova flotta da fondi comunitari. Il produttore ceco non ha avuto concorrenza nell’offerta, essendo stato l’unico a presentare un’offerta.

– I reati commessi nell’attività d’impresa, secondo il codice penale riveduto che introdurrà la cosiddetta responsabilità impropria penale delle persone giuridiche, saranno puniti con nuove sanzioni che dovrebbero avere due forme – il sequestro di un certo valore finanziario, o il sequestro dei beni. L’atto è entrato in vigore il 1° Settembre.

– L’impresa slovacca Prifol sta per costruire un impianto di film stampato nel villaggio di Beniakovce vicino a Kosice. L’investimento di 1 milione di euro prevede la costruzione di un capannone con uffici, e un impianto per la produzione di film a stampa per l’industria alimentare, oltre a sacchi e sacchetti. Al momento l’azienda con i suoi 35 dipendenti opera in locali in affitto. Il progetto sarà finanziato da un prestito bancario e l’impresa intende chiedere un finanziamento da fondi strutturali dell’Unione Europea.

– La capacità dei serbatoi di gas naturale in Slovacchia dovrebbe aumentare di circa 200 milioni di metri cubi nei prossimi tre anni, ha informato il Ministero dell’Economia e delle Costruzioni nella sua relazione di Luglio sui risultati del controllo nella sicurezza degli approvvigionamenti di gas naturale nel 2009. Le società Nafta e Pozagas gestiscono i serbatoi di gas naturale in Slovacchia. Al momento le società forniscono servizi di stoccaggio del gas anche a diverse altre società del gas estere. La capacità totale di stoccaggio in Slovacchia è 2,77 miliardi metri cubi, dei quali circa 1,5 miliardi sono utilizzati per il consumo della Repubblica Slovacca.

– La società Chemolak Smolenice, che produce e vende pitture e vernici, ha registrato un crescita del 2% delle vendite in 1H del 2010 a € 12.2m. Il suo valore aggiunto sceso del 3,8% a € 2,8 milioni. profitti dell’azienda sono cresciute 134,9% a / a per € 880.300. I fattori decisivi che hanno permesso la crescita annuale di profitto sono stati in misure di risparmio adottate dalla società, così come il suo reddito derivante dalla vendita di attivi.

– Il gruppo internazionale Archer Daniels Midland, che produce dolcificanti a base di amido con la filiale Amylum Slovakia a Boleraz (regione Trnava), che al momento produce circa 350.000 tonnellate di mais all’anno, nei prossimi anni intende raddoppiare la sua capacità di produzione arrivando a 700.000 tonnellate. Da diversi anni l’investitore non rende pubblici i suoi conti, ma il settimanale Trend ha stimato che l’espansione della produzione di una tale capacità costerà diverse decine di milioni di euro. In seguito all’espansione della produzione le vendite annuali della società, che ammontano ora a circa 70 milioni, cresceranno in proporzione.

– L’agenzia Ardal per la gestione del debito e liquidità dello Stato ha venduto il 30 Agosto titoli di Stato a 10 anni del valore di 136 milioni di euro a un rendimento medio del 3,76%, contro una domanda di 244 milioni.

– Le persone che risparmiano nei fondi del secondo pilastro pensionistico hanno meno soldi nei loro conti pensione di quanto potrebbero avere. L’introduzione un anno fa dal parte del precedente Governo di un orizzonte di valutazione di sei mesi per gli investimenti, che ha causato la vendita di azioni, ha tolto l’1,5-3% alla resa dei fondi, dicono gli economisti . A Giugno di quest’anno i fondi rischio hanno guadagnato lo 0,86-1,87%. Anche la il deputato Smer-SD ed ex vice Ministro delle Finanze Peter Kazimir ammette che la normativa avrebbe potuto danneggiare i risparmiatori. «Allora, quando i rendimenti sono diminuiti drasticamente, questo sembrava essere una soluzione ragionevole. Guardando la cosa oggi possiamo dire che è necessario un cambiamento», ha detto Kazimir. Il nuovo Ministro del Lavoro, Jozef Mihal, vuole risolvere questo problema la prossima primavera.

(Fonte Sario)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*