Centro per i diritti umani: atteggiamento degli slovacchi verso l’immigrazione colpa dei media

immig-roszke-ungheria_(peter_tkac-by-sa)

Secondo il direttore del Centro nazionale slovacco per i diritti umani (SNSLP) Marian Mesaros, molti su Internet stanno fomentando l’odio nei confronti dei migranti. La libertà di parola non è un diritto assoluto, dice Mesaros, ma finisce dove iniziano i diritti degli altri. I recenti timori della società slovacca di un numero crescente di profughi che potrebbe finire in Slovacchia sono stati tradotti talvolta in «insoddisfazione confinante con l’estremismo e la xenofobia. Questo ha diviso la Slovacchia in due campi: chi teme l’arrivo dei rifugiati e chi non vede in questo alcun problema».

Ci sono molti sintomi di xenofobia visibili nella società slovacca, esibita con sentimenti di avversione, ostilità e diffidenza verso tutto ciò che è straniero, e una paura degli stranieri che si trasforma in odio, dice Mesaros. Opinioni sui rifugiati che vengono in Europa per diffondere l’Islam o che molti tra loro siano terroristi si possono trovare su blog, commenti online, sui social media o nelle normali conversazioni. Timori che possono derivare da una mancanza di conoscenza di culture, religioni e tradizioni diverse. «Sono atteggiamenti esagerati che non derivano dall’esperienza pratica delle persone, ma sono in gran parte influenzate dai media», conclude Mesaros.

Atteggiamenti che sono aumentati negli ultimi mesi con manifestazioni di incitamento all’odio e commenti razzisti sui rifugiati, per lo più diffusi in forma anonima su internet, soprattutto sui social network. «Alcuni di questi commenti possono costituire reato di incitamento all’odio nazionale, razziale o etnico, o diffamazione di una nazione, razza o credo. Tali autori potrebbero trovarsi ad affrontare accuse penali, causando a se stessi e alle loro famiglie anche più dolore rispetto ai gruppi cui rivolgono il loro odio, ha detto Mesaros.

(Fonte RSI/Rtvs)

__
Foto: Röszke (HUN) 13/9/15, Peter Tkac cc-by-sa 2.0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.