Le aziende italiane in sciopero hanno ripreso la produzione

Si è conclusa la vicenda che ha coinvolto due aziende tessili a proprietà italiana di Hencovce (regione di Presov). Centinaia di lavoratori, che erano entrati in sciopero ad oltranza il 24 Agosto, hanno ripreso il loro posto e la produzione è ripartita.

È stato raggiunto infatti un accordo Martedì 30 Agosto tra i sindacati e un rappresentante dell’azienda. Secondo l’accordo l’azienda ha accettato l’aumento salariale richiesto dai dipendenti (un 15% contro il 10 che era stato loro offerto) a condizione che il personale si attenga a determinate condizioni, fra le quali il rispetto del calendario delle presenze. Secondo Jozef Balica dei sindacati Kovo, che ha definito l’accordo un «positivo dare e prendere», una parte del personale è tornata al lavoro presto Martedì mattina, prima che lo sciopero fosse ufficialmente tolto nel pomeriggio.

Oltre alla richiesta salariale per un aumento dello stipendio medio lordo di una cinquantina di euro dagli attuali 320-330 mensili, i dipendenti chiedevano migliodi condizioni di lavoro.

Sul tema, e sulle possibili soluzioni, abbiamo pubblicato Martedì un interessante fondo dal titolo: “Aziende italiane in Slovacchia: avviare confronti coi sindacati per crescere insieme”.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.