Il PSE sulle barricate: chiesta sospensione di Fico e del partito Smer

Fico-Smer_(smertv.sk)

Se in Slovacchia un po’ tutto l’arco costituzionale, con pochi distinguo, è d’accordo con la linea tagliente dell’esecutivo slovacco sulla questione dell’immigrazione e dei richiedenti asilo in Europa, all’estero, invece, non tira una buona aria per la posizione slovacca. Il capogruppo dei socialisti e democratici (S&D) all’Europarlamento, Giancarlo Pittella, ha proposto ieri la sospensione dal PSE del ‘socialista’ Fico e del suo partito Smer-SD.

Pittella ha fatto una richiesta in questo senso al presidente del partito, il bulgaro Sergej Stanishev, chiedendo di invitare i rappresentanti slovacchi a chiarire la loro posizione «davanti al PSE». Pittella ha agito, ha spiegato, «a seguito delle inaccettabili dichiarazioni rilasciate da Fico riguardo la disponibilità ad ospitare solo migranti cristiani e in seguito alla decisione di oggi [ieri-ndr] di procedere legalmente contro l’intesa votata a maggioranza sulla distribuzione dei migranti. Entrambe in palese contrasto con la linea e i valori progressisti». Smer era stato sospeso per alcuni mesi dal PSE anche nel 2006, dopo essersi ‘sposato’ con i nazionalisti di SNS nel primo governo guidato proprio da Robert Fico in una inedita versione di un esecutivo allora definito “rosso-bruno”.

L’europarlamentare slovacca di Smer-SD Monika Flasikova-Benova, rispondendo alla iniziativa del capogruppo Pittella, ha detto di essere fiduciosa che il suo partito non verrà espulso dal PSE. La Benova ha detto alla stampa che la procedura di espulsione non è ancora stata avviata. E il partito respinge questo tentativo di «mettere in dubbio il rispetto dei valori della democrazia sociale», così il testo diffuso da una nota di Smer-SD. Il no alle quote è sempre stato sostenuto «con argomentazioni razionali, e non abbiamo mai messo in discussione un nostro contributo per aiutare in modo attivo» a trovare una soluzione. Addirittura, la nota dice che Fico è consapevole che Pittella, essendo italiano e dunque di uno dei paesi più colpiti dall’ondata migratoria, potrebbe percepire la situazione in modo particolarmente ‘delicato’. Ma diverse delle citazioni che il capogruppo ha fatto per sostenere la sua proposta di sospensione sono false, si spiega, «e il presidente Robert Fico non le ha mai menzionate».

(La Redazione)

__
Vedi anche “Il profilo di Robert Fico: il socialista anti-immigrati” su Lettera43.it.

__
Foto: frame da smertv.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.