Primi arrivi al campo rifugiati austriaco di Berg, alle porte di Bratislava

berg-frontiera_(Cassio Scomparin@panor)

Il campo di accoglienza per i rifugiati allestito con prefabbricati nel villaggio austriaco di Berg, nell’area dove ancora ci sono edifici, oggi in parte inutilizzati, dell’ex valico di frontiera con la Slovacchia, ha iniziato a ricevere i primi ospiti. Dei sessanta profughi previsti, che sono in attesa di conoscere l’esito della loro richiesta di asilo in Austria, 40 sono arrivati l’altro ieri. Il sindaco del piccolo comune, Georg Hartl, ha detto che dovrebbe trattarsi solo di siriani, e, con due terzi di migranti che sono arrivati in Europa da soli, ci saranno anche alcune famiglie con bambini. Non è chiaro quando arriveranno gli altri 20, una questione che viene decisa a livello governativo. Il sindaco, e i responsabili del centro, non si aspettano alcun possibile conflitto.

Il campo dovrebbe avere scopo temporaneo, ma si stima che potrebbe rimanere in piedi per un periodo di tre anni. Il numero di richiedenti asilo ospitati dovrebbe in seguito diminuire gradualmente.

L’insediamento si trova al valico di confine sulla statale austriaca 9 (in Slovacchia cambia il numero in 61), su quella che era la principale strada di accesso alla Slovacchia da Vienna prima del completamento dell’autostrada A6/D2. Oggi il valico viene soprattutto attraversato da chi, da Bratislava, si reca a fare shopping nei negozi dei vicini villaggi austriaci di Hainburg o Kittsee.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Trovandosi a nemmeno tre chilometri a piedi dall’abitato del quartiere Petrzalka, i migranti potrebbero essere invogliati ad attraversare il confine. Il Ministero degli Interni slovacco ha avvertito che non permetterà che avvenga, e la polizia è autorizzata ad arrestare e rispedire in Austria chiunque dovesse passare la frontiera clandestinamente.

(Red)

__
Foto Cassio Scomparin cc-by-nd 3.0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.