Ucraina, la guerra e le enormi masse di sfollati

Un milione e mezzo di persone, più dell’intera popolazione di Milano. È questa la dimensione dell’emergenza degli sfollati della guerra in Ucraina. Una crisi che non lambisce le nostre coste, non minaccia i nostri confini ma non per questo richiede meno attenzione da parte dei paesi occidentali

Li chiamano Idp. Uno sterile acronimo che sta per internally displaced persons, rifugiati interni. La definizione esatta la dà l’Onu: “Gli Idp sono persone che sono state costrette a lasciare le loro case in conseguenza di un conflitto armato, violazioni di diritti umani o disastri causati dall’uomo, che non hanno attraversato alcun confine internazionalmente riconosciuto”.

Perché è qui la particolarità degli ucraini che scappano dalla guerra. Il fatto che la loro fuga non finisca su una spiaggia dell’Unione europea o contro un filo spinato ai confini di Schengen.

A differenza di altri popoli in fuga da conflitti, gli abitanti delle aree in guerra nell’est dell’Ucraina non hanno molte speranze di ottenere asilo nell’UE. L’Ucraina è grande e le regioni separatiste solo una piccola porzione del territorio nazionale. C’è posto per tutti nelle altre regioni.

Leggi il resto su Osservatorio Balcani e Caucaso.

___
Foto sopra: Donetsk – UNHCR/P.Shelomovskiy, sotto: UNHCR Ukraine

UNHCR: rifugiati interni in Ucraina, agosto 2015 / cliccare per ingrandire

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google