PA: acquisti sul ‘Mercato elettronico’ EKS obbligatori da 5000 euro in su

eks-merc-elettr_(minv.gov.sk)

Dopo l’approvazione di un emendamento alla legge sugli appalti pubblici, passato ieri al parlamento con i soli voci del partito Smer, le organizzazioni della Pubblica amministrazione come comuni, enti regionali, ospedali e università saranno obbligati a fare uso per i loro acquisti di beni e servizi del Sistema elettronico di contrattazione (EKS) detto anche in breve ‘Mercato Elettronico’ per ogni contratto di valore superiore a 5.000 euro. Il provvedimento, che aumenta il limite da 1.000 a 5.000 euro, era già stato passato in precedenza dal parlamento, ma la nuova approvazione – che lo conferma in via definitiva – si è resa necessaria per superare il veto del presidente Kiska, che non lo aveva firmato.

Sono stati a quanto pare i sindaci a spingere il governo a rivedere il limite massimo dei 1.000 euro, ritenuto troppo restrittivo. Il cambiamento non riguarderà tuttavia gli acquisti di cibo, per i quali si applica un limite molto più ampio, di 40.000 euro.

Rimane in essere il limite massimo per l’uso del Mercato Elettronico, che è di 134.000 euro per le amministrazioni dello Stato e di 207.000 euro per altri committenti. Per i lavori di costruzione, il limite massimo è invece esteso fino a 5.186 milioni di euro.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.