Sario Daily Media Monitoring

Riportiamo anche oggi alcune delle più importanti notizie tratte dalla newsletter della Sario, Agenzia del Ministero dell’Economia per attrarre gli investimenti diretti in Slovacchia e per la promozione del commercio estero, firmata dalla nostra collega Ildiko Dungelova. Il nostro Editore, Slovakia Group s.r.o., è business partner di Sario per il mercato italiano, ed è disponibile a fornire aiuto ed informazioni per tutto quello che riguarda gli investimenti in Slovacchia da parte degli imprenditori italiani.

– La fiducia delle imprese e degli abitanti per l’economia slovacca è cresciuta per il 15simo mese consecutivo nell‘Agosto di quest’anno. L’indicatore di fiducia (ESI) è aumentato a 93,6 punti percentuali, che è il livello più alto dal Settembre 2008, ha informato l’Ufficio di Statistica.

– Le piccole birrerie con una produzione annua tra poche decine e 200.000 ettolitri di birra stanno facendo bene, nonostante il calo generale del consumo di birra in Slovacchia. Anche durante la crisi la maggior parte delle piccole fabbriche di birra hanno mantenuto i loro livelli di produzione, e alcuni sono addirittura in aumento. Anche il numero di queste birrerie è in crescita. «Negli ultimi anni, nuovi produttori si sono affacciati sul mercato ogni anno, e nessuno di loro finora ha chiuso», ha detto il vicepresidente dell’associazione dei piccoli birrifici AMNP, Ivan Kovacs. Al momento ci sono 12 piccoli birrifici in Slovacchia, e a sentire Kovacs non vi è spazio per un’ulteriore crescita con nuovi soggetti. Negli Stati Uniti, per esempio, ci sono 70 simili birrifici, e circa 60 in Ungheria.

– Un terzo degli slovacchi non esitano a finanziare beni costosi e servizi attraverso prestiti bancari, anche in questo periodo ancora influenzato dalle conseguenze della crisi finanziaria. Un recente sondaggio dell‘agenzia GfK Slovakia ha rivelato che quasi il 23% delle famiglie stanno pensando di ricostruire la casa l’anno prossimo. E prevedono di finanziare i progetti con una combinazione di propri risparmi e prestiti bancari. Nel 2009 il 21,4% delle famiglie aveva ristrutturato la loro casa.

– Il Ministro della Difesa Lubomir Galko vuole mettere in vendita la caserma di Hurbanovo, vicino al centro di Bratislava. La Caserma al momento è vuota, e il suo prezzo è stimato in 30 milioni di euro.

– I rappresentanti di IBM Slovensko e del developer HB Reavis Slovakia hanno firmato un contratto per la locazione di uffici nell‘Apollo Business Center II di Bratislava. Il contratto prevede l’affitto di 8.500 mq di uffici, che rappresentano nove piani completi del grattacielo situato in via Prievozska. Il developer ha investito un totale di 130 milioni di euro nella costruzione del complesso di uffici Apollo Business Center II. Insieme con l’Apollo Business Center I hanno creato il più grande complesso di uffici in Europa centrale, con quasi 126.000 mq di spazi in affitto.

– Il produttore di componenti per automobili Martinrea Fluid Systems Slovacchia prevede di investire 1,8 milioni di euro nel distretto di Pezinok. L’azienda canadese vuole espandere le produzioni di sistemi di tubazioni per fuidi dedicati al settore automobilistico nel suo stabilimento di Svaty Jur, costruendo un reparto di verniciatura per la finitura superficiale dei suoi prodotti. Quattro posti di lavoro dovrebbero essere creati.

– Le tre torri di un progetto del gruppo finanziario Penta potrebbero essere costruite nella zona di Bratislava Ruzinov già entro due anni. Il progetto ha recentemente superato con successo il processo di approvazione presso il Ministero dell‘Agricoltura, Ambiente e Sviluppo Regionale. Gli edifici dovrebbero avere tra i 13 e i 27 piani. L’investitore offrirà appartamenti da 1-4 camere. Penta vuole avviare i lavori di costruzione a Marzo 2011.

– Il Ministero del Lavoro ha bloccato le richieste di sussidi ricevute sotto il precedente Governo dalla casa automobilistica Volkswagen (VW). L’azienda ha presentato due domande di sovvenzione dal Fondo sociale europeo del valore di oltre 1,6 milioni. L’ex Ministro del Lavoro Viera Tomanova ha firmato le due richieste quest‘anno. Il Ministero sospetta che ci sia stato un tentativo di frode dietro le richieste della VW,e la Polizia ha confermato di aver ricevuto una denuncia penale al riguardo. L’attuale gestione del Ministero obietta che i bilanci per i progetti sono stati modificati. Alcune voci sono cresciute, altre diminuite, altre sono completamente nuove. La somma totale, però, è rimasta la stessa. La Tomanova respinge l’accusa di manipolazione. Anche VW respinge di aver potuto fare alcun errore.

– Il Ministero delle Finanze sta considerando di cambiare le regole per il leasing finanziario. Dal prossimo anno le automobili in leasing, i macchinari e altri beni materiali devono essere ammortizzati nell’arco di quattro anni e non tre come succede attualmente. Lo Stato in questo modo riceverebbe circa 10 milioni di euro in più ogni anno dalle imprese, e equiparerebbe le condizioni per l’ammortamento dei beni materiali acquisiti tramite leasing finanziario e le altre forme di acquisto.

– Il Ministro dell’Economia, Juraj Miskov, sta contemplando il trasferimento del suo Ministero in un edificio nelle vicinanze di proprietà del produttore energetico Slovenske Elektrarne, vendendo il vecchio e obsoleto edificio del Ministero. Intenderebbe inoltre tagliare gli stipendi ai dipendenti del Ministero, riducendoli dagli attuali 520 a circa 400, secondo il quotidiano Hospodarske Noviny.

(Fonte Sario)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.