Nuovo piano Ue per i migranti: i commenti degli esperti

immig_(UNHCR_Zsuzsanna Gal)

Ieri il presidente della Commissione europea Juncker ha presentato davanti al Parlamento Ue il nuovo piano per affrontare l’emergenza rifugiati. Tra le misure contenute nella proposta, la principale consiste nella richiesta agli Stati membri, che si incontreranno lunedì prossimo 14 settembre in occasione della riunione dei ministri dell’Interno in Lussemburgo, di adottare un meccanismo per il ricollocamento di 120 mila rifugiati che si sommeranno ai 40 mila già previsti con il piano di luglio. Inoltre, la Commissione ha proposto la creazione di un sistema di ricollocamento permanente che scatterebbe automaticamente nel momento in cui si verificassero aumenti improvvisi e cospicui degli arrivi. Il nuovo piano dovrebbe consentire di ricollocare parte dei richiedenti asilo in Italia, Grecia e Ungheria negli altri paesi, principalmente in Germania, Francia e Spagna. La quota assegnata a ogni paese dipenderà dal Pil, del livello di disoccupazione, dal numero di abitanti e dalla domande di asilo già processate. Le nazioni che si rifiuteranno di accogliere i migranti dovranno pagare delle sanzioni economiche.

L’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) ha chiesto ad alcuni esperti (docenti universitari e specialisti delle questioni relative all’immigrazione) una opinione su questa nuova proposta. Vedi qui le loro risposte.

___
Foto UNHCR/Zsuzsanna Gal

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google