Ucraina: più autonomia al Donbass. Proteste e granata a Kiev: un morto e centinaia feriti

ucraina-donbass_(hinkelstone 15242883216 CC-BY)

La Verkhovna Rada, il Parlamento ucraino, ha approvato, in prima lettura, gli emendamenti costituzionali proposti dal Presidente che mirano a decentralizzare il potere così come previsto, almeno questo l’intento di Kiev, secondo l’accordo di Minsk II del 12 febbraio scorso.

Serviva la maggioranza assoluta dell’Assemblea legislativa ucraina, ed i voti a favore sono stati 266 a fronte dei 226 minimi richiesti. Nei prossimi mesi si terrà la seconda lettura, e la situazione sarà maggiormente complessa dal momento che serviranno almeno 300 voti per l’ultima e definitiva approvazione. Numerose le critiche alla revisione costituzionale, soprattutto da parte dei partiti considerati più ai lati dello scenario politico ucraino: Pravy Sektor, Svoboda e Partito Radicale. Essi sostengono, appoggiati anche dalla leader del Partito Patria, Yulia Timoshenko, che gli emendamenti andrebbero troppo incontro ai separatisti mettendo a rischio l’unità nazionale e aprendo una via legale per la legittimazione e  concessione di autonomia forte ai ribelli del Donbass.

Continua a leggere su Eastjournal.net.

___
Foto: Cartellone per il referendum separatista nel Donbass di un anno fa (hinkelstone CC-BY 2.0)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.