L’Est continua a crescere

La crescita del secondo trimestre nei paesi Ue di più recente ingresso. A Praga si corre, a Zagabria si esce dalla recessione. Un grafico.  

graf-nuovaeu-2015

Con il 4,4% la Repubblica Ceca è il paese del versante orientale dell’Ue che fa segnare lo scatto migliore, quanto a crescita, nel secondo trimestre di quest’anno. Seguono Romania e Polonia, con il 3,7% e il 3,6%. Anche la Slovacchia si ferma sopra l’asticella dei tre punti percentuali, al 3,1%.

Per il resto, l’andamento segue grosso modo quello delle stime elaborate dal Fondo monetario internazionale (che Rassegna Est riporta in banca dati). La Lituania rallenta, tuttavia. Mentre la Croazia, sembrerebbe, anche alla luce delle stime del primo trimestre, dovrebbe finalmente uscire dalla recessione. Le variazioni del Pil sono negative dal 2009.

(Fonte Rassegnaest.com)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.