Migranti, Fico: se l’UE riparla di quote obbligatorie diremo ancora no

Fico_(EU Council 18122014 15428044634 CC-BY-NC-ND)

Se dovesse ripresentarsi nell’Unione europea un dibattito sulle quote obbligatorie di accoglienza dei migranti e richiedenti asilo, la Slovacchia è pronta a dire di nuovo no, ha detto sabato il primo ministro Robert Fico durante la commemorazione del 71° anniversario della Rivolta nazionale slovacca (SNP) a Banska Bystrica. L’idea di un rilancio della proposta della Commissione europea di dividere i richiedenti asilo su base obbligatoria tra i paesi membri dell’UE era stata rilanciata la scorsa settimana da Angela Merkel sull’onda dell’emozione per la scoperta dei 71 cadaveri in decomposizione in un camion frigo alla frontiera tra Austria, Slovacchia e Ungheria. La Merkel voleva in questo modo mettere i paesi dell’Europa orientale, i più restii, davanti alle proprie responsabilità mentre il continente, e l’Unione, affrontano una crisi umanitaria mai vista dall’ultima guerra mondiale.

La «politica europea di immigrazione ha completamente fallito» il suo scopo, ha detto Fico nel suo discorso davanti a migliaia di persone e decine di diplomatici stranieri. L’afflusso incontrollato che sta invadendo l’Europa da varie parti del mondo porta spesso a delle tragedie, ha sottolineato il primo ministro [come quella del camion in Austria – ndr].

Non fingiamo «di non vedere la paura della gente, non solo in Slovacchia ma in tutta Europa», ha detto il premier. Non fingiamo di «non conoscere le cause di questo fenomeno, e non facciamo finta di essere in grado di risolvere il problema ricevendo a braccia aperte tutti i migranti», a prescindere di chi si tratti – siano essi migranti economici, faccendieri, o persone che davvero hanno necessitò di salvare la propria vita e quella delle loro famiglie», ha detto, secondo l’agenzia Tasr.

«Come è possibile che quando la Grecia ha bisogno di soldi viene convocato un vertice [UE] in 24 ore, ma quando la gente sta morendo non siamo in grado di organizzare un summit con i paesi africani, dicendo loro che il problema deve essere affrontato sul loro territorio? Ripeto quello che ho detto ai vertici europei: è necessario affrontare la situazione dove il problema nasce, e non concentrarsi sui suoi effetti [in Europa]».

Fico dice che la Slovacchia è disposta a dare il suo contributo per creare zone di sicurezza che renderanno possibile identificare i trafficanti di persone, i trafficanti d’armi e chi ha realmente bisogno di aiuto. In ogni caso, Fico ha ribadito che ogni paese dovrebbe avere il diritto di scegliere a chi può dare accoglienza. Siamo onesti, ha sottolineato, «non siamo nemmeno in grado di integrare i nostri cittadini rom», come potremmo «integrare persone che hanno stili di vita e credo religiosi completamente diversi?», ha concluso.

Per affrontare la grande emergenza di migranti di questi giorni Fico ha annunciato una seduta straordinaria del Consiglio di sicurezza nazionale per oggi.

Dopo la cerimonia di Banska Bystrica, il presidente Kiska, richiesto di un commento sul discorso di Fico, ha detto ai giornalisti che la Slovacchia dovrebbe mostrare solidarietà in ogni aspetto con i rifugiati, la cui vita è in pericolo nei loro paesi d’origine. Kiska ammette che la questione dell’immigrazione è un tema difficile e complicato. Penso che «non sia stato chiesto troppo al nostro paese», ha detto, riferendosi alla proposta di Bruxelles che aveva destinato alla Slovacchia ottocento richiedenti asilo presenti in Italia e Grecia. Una quantità che il governo ha rigettato, per accettare su via volontaria solo un centinaio di Siriani, che però dovranno essere di religione cristiana. «Sappiamo di non essere la destinazione finale [per i migranti] … Il nostro contributo per la nostra Europa, l’Unione Europea, è di mostrare solidarietà con persone la cui vita sono veramente in gioco in casa e hanno bisogno di aiuto “, ha detto il presidente.

(Red)

___
Foto EU Council CC-BY-NC-ND 2.0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google