Domani la commemorazione dell’Insurrezione slovacca (SNP). Kotleba non invitato

SNP_(Min.Difesa_www.mod.gov.sk)

Sabato 29 agosto, alla commemorazione del 71° anniversario della Rivolta nazionale slovacca (SNP) a Banská Bystrica, saranno presenti tutte e tre le più alte cariche dello Stato, dal presidente Kiska (probabilmente sulle stampelle dopo il recente intervento all’anca) al capo del parlamento Pellegrini fino al primo ministro Robert Fico. Ma non sarà presente il governatore della Regione di Banská Bystrica, Marián Kotleba, che (ancora una volta) non è stato invitato.

Il direttore del Museo SNP a Banská Bystrica Stanislav Mičev lo ha annunciato in una conferenza stampa, dicendo che parteciperà anche il presudente della Camera dei Deputati della Romania, Valeriu Zgonea e diplomatici di 36 ambasciate accreditate in Slovacchia. Per conto della Regione di Banská Bystrica saranno alcuni parlamentari regionali a prendere parte alla cerimonia e deporre una corona di fiori alla memoria dei caduti della rivolta nazionale.

Il governatore Kotleba non è stato invitato, come già lo scorso anno, e Mičev ha detto che «nemmeno sarà mai invitato», avendo in passato denigrato l’insurrezione del 1944 e definito tale evento un “giorno nero” nella storia della Slovacchia.

SNP, commemorazione a Banska Bystrica (foto Min-DifesaSR)

Già lo scorso anno, per il 70° anniversario, Kotleba non era stato invitato, unico assente nonostante la presenza di decine di autorità, anche straniere, e migliaia di persone. Il direttore del museo, che è l’organizzatore della commemorazione, aveva detto a suo tempo che «il fascista Kotleba» non aveva nulla a che fare «con il tema della manifestazione». Non c’è ragione di invitare chi «etichetta la NATO come una organizzazione terroristica, definisce l’Unione Europea un occupante e rimuove la bandiera dell’UE dall’Ufficio della Regione», aveva detto Mičev lo scorso anno. Kotleba, che è il leader di ĽSNS, partito con idee di estrema destra, è un acerrimo detrattore dell’Insurrezione nazionale, e un altrettanto grande estimatore del controverso Stato Slovacco del periodo della seconda guerra mondiale, quando la Slovacchia era sottoposta a uno stretto controllo della Germania nazista, e di monsignor Jozef Tiso che ne era il presidente. In passato Kotleba aveva definito l’SNP come un tradimento dello Stato e una iniziativa dei comunisti dell’Unione Sovietica. Nel novembre 2013 è riuscito con la sorpresa di tutti a farsi eleggere presidente della Regione di Banska Bystrica, battendo al ballottaggio il candidato socialdemocratico di Smer pronto alla riconferma.

A dare il via alla commemorazione alle ore 10 presso il museo-memoriale dedicato a questo avvenimento della seconda guerra mondiale sarà una parata di jet militari che sorvoleranno il sito provenienti dalla vicina base aerea di Sliač.

Una simile commemorazione, in tono più ridotto, si è tenuta ieri presso il monumento all’SNP sulla piazza omonima di Bratislava. Corone di fiori sono state deposte, alla presenza di diversi veterani della seconda guerra mondiale, dalle autorità, tra le quali il presidente Kiska, il premier Fico, il sindaco Nesrovnal, il governatore Freso, deputati e gente comune.

(La Redazione)

___
Foto: Il memoriale all’SNP (Min.Difesa – mod.gov.sk)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google