Tragedia dell’aria sui Carpazi Bianchi slovacchi: morti 4 piloti e 3 paracadutisti

Il luogo dello schianto di un aereo – Foto vigili del fuoco, via ta3.com

Una collisione tra due piccoli aerei ha provocato poche ore fa sette vittime nei pressi dell’abitato di Červený Kameň,  un villaggio di media montagna nel distretto di Ilava, regione di Trenčín. Hanno perso la vita nell’incidente i due piloti di un aereo e i due piloti e tre paracadutisti nell’altro. La collisione è avvenuta stamane poco prima delle 9:30. Gli aeroplani sono precipitati a una qualche distanza l’uno dall’altro in una zona di montagna e boschi tra i 400 e i 600 metri di altitudine sulla catena dei Carpazi Bianchi.

L’incidente, le cui cause sono ancora sconosciute, ha avuto luogo durante un esercizio di paracadutismo in preparazione di una manifestazione aerea che si doveva tenere nel vicino villaggio di Slavnica, dal cui aeroporto i velivoli erano decollati. Dalle prime informazioni pare che uno degli aerei abbia fatto una brusca caduta, andando a impattare sull’altro. I paracadutisti ospitati dal primo aereo sono riusciti a lanciarsi in tempo mentre il velivolo precipitava, cosa non riuscita a tutti gli occupanti dell’altro aereo. Per avere garanzie di sopravvivenza, un paracadutista necessita di lanciarsi da almeno 200 metri sopra il livello del terreno.

La zona di Červený Kameň – © tomas karas (panoramio.com)

La zona montana di Červený kameň – © fotopepino (panoramio.com)

Le forze di soccorso, che sono state concentrate su un campo di calcio nel villaggio di Červený Kameň, hanno visto in attività oltre duecento persone tra poliziotti, vigili del fuoco (20 dei quali professionisti e il resto volontari dei villaggi locali) e paramedici, con tre elicotteri del servizio di elisoccorso Air-Transport Europe, due dei quali dotati di argani a bordo per operare su terreni di difficile accesso, elicotteri dei pompieri e del Ministero dell’Interno, e quattro ambulanze del servizio di soccorso medico nazionale di emergenza. In azione sul posto anche squadre di soccorso speciali equipaggiate con mezzi leggeri motorizzati a quattro ruote e veicoli a sei ruote per la ricerca dei sopravvissuti sul difficile terreno dell’incidente.

Profilo del terreno vicino a Červený Kameň (da slovakia.travel)

Secondo le informazioni rilasciate ai media, dopo lo scontro in volo, i due aerei sono precipitati schiantandosi uno su terreno montagnoso nella zona della sella Chotuc (618 metri di altitudine s.l.m.), mentre l’altro si è schiantato a due chilometri dal villaggio di Červený Kameň. Una fonte del Ministero degli Interni avrebbe lasciato intendere che la possibile causa della tragedia potrebbe essere il sovraccarico di uno dei due velivoli, che avrebbe perso il controllo per poi andare a toccare l’altro con l’ala. Lo scontro sarebbe avvenuto presumibilmente a un’altitudine di 1.500 metri. Secondo diversi testimoni, i piloti hanno fatto tutto quanto in loro potere per dirigere gli aerei lontano dalle zone abitate.

Entrambi i velivoli, due Let L-410 cechi da trasporto a corto raggio, trasportavano due piloti e 17 paracadutisti, tutti di nazionalità slovacca. Trentadue di loro avrebbero dovuto provare la realizzazione di un record slovacco, numero che nel pomeriggio avrebbe dovuto allargarsi a 42 paracadutisti. Le ricerche hanno dato modo di rintracciare tutti i sopravvissuti, tutti contusi e quattro di loro sono stati ricoverati in ospedale a Trenčín. Dopo la tragedia, gli organizzatori della manifestazione aerea di Lednice hanno deciso di annullare l’appuntamento per lutto.

Vedi altre immagini e video su Cas.sk, TA3.com, Markiza.sk.

(La Redazione, Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google