Analisi settimanale UniCredit Bank

Riceviamo dall’Ufficio Studi di UniCredit Bank, coordinato dal capo economista Jan Toth, la consueta ed interessante analisi settimanale. Due appaiono le considerazioni più importanti qui riportate. La prima, le nuove aspettative sull’andamento dei tassi Euribor, che, significativamente, sembrano adesso poter rimanere costanti sino al secondo trimestre 2011, quando il 6 mesi potrebbe “finalmente” superare soglia unpercento. Tale nuova stima dovrebbe incoraggiare la ripresa del mercato immobiliare, con le banche “costrette” a promuovere mutui a tassi più vantaggiosi ma anche favorire nuovi piani di investimento delle imprese, che potranno adire al credito bancario a tassi più favorevoli. Vi è poi da notare l’andamento del tasso di disoccupazione, sceso ancora (al 12,3 percento) in Aprile, ed oramai in trend “non ascendente” da cinque mesi. Sicuramente la ripresa è governata dalla produzione, mentre “latitano” ancora costruzioni, tessile e calzaturiero; “stretti” gli ultimi due dalle politiche sempre più aggressive dei Paesi del Sud-Est Asiatico. Bene l’automotive, i produttori di macchinari industriali e di componentistica elettrica. Da notare “un ritorno in Patria” di molti lavoratori stranieri, “marginali” in quanto a bassa scolarizzazione; attratti dalla Slovacchia nell’onda del boom del 2006-2008. Le aspettative del team di Toth sono per ulteriori, ma piccoli miglioramenti. Chiudiamo con il PIL. UniCredit Bank stima il 2010 chiudersi con un miglioramento del 3,1 ed il 2011 con un migliore 3,8.

(Fonte UniCredit Bank, elaborazione Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google